Mirabelli su Donnarumma: «Vogliamo tenerlo e lui non ha chiesto la cessione»

mirabelli milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, ha fatto il punto della situazione al termine della stagione

Terminata la stagione con la vittoria per 5-1 sulla Fiorentina, il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali della società rossonera, affrontando diversi argomenti: «Il match con la Fiorentina? Poteva sembrare una gara semplice, ma i ragazzi sono stati bravi a vincerla. Donnarumma? Non penso io debba parlare di cifre, per Gigio non abbiamo ricevuto offerte e lui non ci ha detto di voler andare via. Per noi si tratta di un patrimonio e gli abbiamo prolungato il contratto solo un anno fa. L’intenzione è quello di volerlo trattenere a lungo, è un giocatore importante. Poi se dovesse venire a dirci di non voler continuare, allora dovrà esserci un club che possa acconsentire alle nostre richieste. La nostra stagione? Di certo fa senso pensare che il Milan abbia festeggiato per un sesto posto, ma per noi era fondamentale. Avevamo le idee chiare su ciò che volevamo e abbiamo fatto delle scelte ben precise, ecco perché il Milan è la squadra più giovane d’Italia. Volevamo costruire una base ed ora sappiamo di dover fare altre cose. Servono gli uomini giusti per ambire a certi obiettivi».

Il dirigente rossonero ha continuato: «Sappiamo bene in che ruoli intervenire: abbiamo bisogno di un centrocampista, un esterno e un grande centravanti. Bisogna migliorare la qualità della squadra. L’anno scorso abbiamo puntato su tanti giovani. Calhanoglu? E’ arrivato dopo mesi che non giocava, non era al top. Conti sarà il nostro primo acquisto. Abbiamo anche rinnovato alcuni contratti per rinforzare il patrimonio del Milan. Penso che ci sia una buona base. Gattuso? E’ giusto che sia sempre sul pezzo. Sia lui che noi abbiamo una grande responsabilità. E’ subentrato in una situazione difficile, ma ha raggiunto la finale di Coppa Italia e abbiamo fatto bene anche in Europa. Rino ha fatto un grande lavoro, in campionato ha avuto una media da Champions League. Per noi si tratta di un punto di partenza. L’attacco? Cutrone resta di sicuro. Poi sarà Gattuso a decidere il modulo. Ora rientrerà Bacca, credo che cambieremo due attaccante, prendendo un grande centravanti. Mercato? Niente scommesse, abbiamo bisogno di certezza. L’anno scorso abbiamo investito tanto, ma non potevamo fare molto in una sola sessione di mercato. Ora faremo piccoli interventi».