Napoli, Galli: «Una sconfitta che servirà per crescere»

© foto www.imagephotoagency.it

NAPOLI ARSENAL CHAMPIONS LEAGUE GALLI – Intervenuto a ‘Radio Crc’, Giovanni Galli ha commentato la sconfitta di ieri del Napoli in terra londinese: «Il problema non è stata la preparazione fisica, assolutamente, ma l’aver preso due gol dopo un quarto d’ora. C’è una grande differenza tra il calcio europeo e il nostro, basti vedere come hanno fatto viaggiare la palla ieri. Anche il calcio inglese è migliorato: in passato era solo fisico, adesso hanno qualità tecniche e giocatori come Ozil e Ramsey lo dimostrano».

NESSUN DRAMMA – «Non è un dramma – ha proseguito – la sconfitta con i ‘Gunners’: adesso ci sta incontrare una squadra più forte, tra due mesi le cose saranno diverse. Il Napoli adesso sta cambiando modo di giocare, dal calcio di Mazzarri a quello di Benitez, ed è un processo abbastanza lungo. La cultura della sconfitta ti fa migliorare: bisogna analizzare la gara di ieri e cercare di migliorare».

MIGLIORARE – «Poi, vorrei dire: il Napoli a Milano ha vinto, ma ha offerto 8 palle gol ai rossoneri. Ciò significa che al di là del risultato conta la crescita come squadra, migliorare nei meccanismi difensivi, anche perché giocando con quattro attaccanti è facile sbilanciarsi».