Napoli, Gattuso: «Meritavo l’espulsione. Insigne? Non sono un dottore»

© foto www.imagephotoagency.it

Gennaro Gattuso ha parlato al termine della partita contro la Lazio: le dichiarazioni dell’allenatore del Napoli

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della partita contro la Lazio.

INSIGNE – «Io la mano del dottore ancora non ce l’ho. Speriamo. Insigne ha parlato col dottore, domani e dopodomani valutiamo. Io non lo so precisamente cos’ha, se parlo faccio danni. Domani farà una risonanza e vedremo».

NERVOSISMO – «Da anni il calcio italiano è cambiato anche nella mentalità, nessuno regala niente neanche alla fine. Oggi io meritavo l’espulsione, ho fatto un po’ di caciara. C’è stata qualche parola di troppo, ci siamo detti qualcosa. Ho esagerato, bisogna essere onesti. La partita ha fatto incattivire entrambe le partite».

INZAGHI – «Mi piace chiarire dopo. Devo stare calmo o faccio ancor più danni. Ripeto, ho sbagliato, dovevo essere cacciato».

NUOVO MODO DI GIOCARE – «Dopo il lockdown abbiamo provato a fare qualcosa di diverso. A tratti facciamo pressione ultra-offensiva, a tratti aspettiamo più bassi. Dobbiamo fare tutte queste cose. Lì bisogna andare a rischiare qualcosa in più perché si parte da 1-1. All’inizio la squadra non sapeva fare la prima pressione, adesso siamo migliorati».