Napoli, Grassani «Se la squadra fosse partita per Torino, avrebbe violato la legge»

diawara roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il Napoli avrebbe violato la legge partendo per Torino, è la posizione espressa dall’avvocato del Napoli Mattia Grassani. Le sue parole.

L’avvocato del Napoli Mattia Grassani ha parlato con Repubblica alla vigilia della decisione del Giudice Sportivo su Juventus-Napoli.

Queste le sue parole.

PENALIZZAZIONE«È una sanzione accessoria che può essere inflitta solo se il giudice ritenga che il Napoli abbia rinunciato alla gara. Diversamente, qualora ritenesse che il viaggio non sia avvenuto per effetto del provvedimento dell’Asl, non potrebbe essere inflitta neanche la penalizzazione».

LA SITUAZIONE – «La Procura ha compiuto mercoledì alcuni accertamenti, il cui esito dovrebbe essere stato trasferito al Giudice Sportivo. Quest’ultimo potrà utilizzare detti documenti esclusivamente per assumere decisioni sulla regolarità di Juventus-Napoli. Per ogni altro aspetto, incluse le modalità di applicazione del protocollo della Figc, la Procura Federale dovrà dapprima inviare al Napoli una comunicazione di conclusione delle indagini e poi, se saranno accertate responsabilità, deferire la società davanti al Tribunale Federale nazionale, sezione Disciplinare».

VIOLAZIONE DELLA LEGGE – «Il Napoli ha scrupolosamente osservato le prescrizioni delle pubbliche autorità e ha compiuto ogni scelta solo dopo accurato confronto con le stesse. Se dovessero essere ravvisate violazioni, dovrebbero essere contestate e noi ci difenderemmo. Se la squadra fosse partita per Torino, avrebbe violato la legge».