Palermo, Zamparini: “Con Gasperini non erano solo problemi di feeling”

© foto www.imagephotoagency.it

ZAMPARINI MALESANI GASPERINI LO MONACO PERINETTI PALERMO – Al Corriere del mezzogiorno ha parlato Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, all’indomani della cacciata di Gasperini e di quella possibile di Lo Monaco: “La salvezza? Certo che ci credo. Cosa si è rotto con Gasperini? Non solo felleing, anche l’attacco non andava. Ed è anche una delle formazioni che ha incassato più reti. Questi sono numeri, fatti. Nel calcio vince chi fa punti e fa punti chi segna. Gasperini ha fatto le cose migliori nelle prime settimane e poi si è via via spento, perdendosi per strada, finendo per snaturare le sue stesse convinzioni, addirittura in una gara importante ha messo dentro troppi debuttanti. Specie dopo aver fatto giocare così poco Dybala in sei mesi, non si può pensare di vincere mettendo contemporaneamente in campo tanti giocatori nuovi. Contro l’Atalanta era un rischio osare quella formazione, serviva gente più rodata come Kurtic e Rios, Faurlin è un buon giocatore ma non può ambientarsi in 90 minuti...“.

Ha poi proseguito affermando: Perinetti di nuovo a Palermo? È una possibilità che sto valutando ma non è detto che arrivi lui, magari Lo Monaco potrebbe ancora restare come mio collaboratore. Non è questione di scelte più o meno condivise, anche Lo Monaco è riuscito a intendere che qui il miglior comandante possibile sono io. Adesso? Adesso dobbiamo dare tutti di più da qui alla fine non ci saranno più alibi per nessuno. Purtroppo il nostro ex tecnico non ha capito che un giocatore come Dybala doveva giocare di più invece di farlo giocare così poco. Non si può pensare di vincere mettendo contemporaneamente in campo tanti giocatori nuovi, arrivati a Palermo da pochi giorni“.