Presidente Barcellona su Arthur: «Atto inaccettabile»

© foto www.imagephotoagency.it

Bartomeu ha fatto chiarezza sulla situazione legata al centrocampista Arthur: le dichiarazioni del presidente del Barcellona

Josep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona, ha espresso le proprie considerazioni sul caso Arthur ai microfoni di Sport.

«Ciò che Arthur ha fatto è una mancanza di rispetto per i suoi compagni di squadra, perché la squadra vuole fare bene in Champions League. E anche nei confronti del club. Non è logico che giocando un titolo così importante, un giocatore decida di tirarsi fuori. È ingiustificabile e totalmente incomprensibile. Abbiamo concordato che fino alla fine della Champions League avrebbe continuato a giocare al Barça, sia in campionato che in Champions. È un giocatore che ha una certa importanza nella squadra e che avrebbe potuto aiutarci, ma non è tornato dalle vacanze. È un atto inaccettabile di indisciplina. Ed è per questo che l’abbiamo aperto un’inchiesta, perché non vi è alcun argomento per giustificare la sua assenza. Ci ha chiamato e ha detto: “Non torno, sto in Brasile.” È una sua decisione. Nessuno gli ha dato il permesso».