Presidente Pordenone: «Calcio? Un errore stare fermi»

Iscriviti
allenamenti Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Pordenone Lovisa ha commentato il destino del calcio italiano in merito all’emergenza Coronavirus

Il presidente del Pordenone Mauro Lovisa ha parlato della situazione relativa al calcio italiano ai microfoni di Tuttosport: «Il calcio viene visto solo dai 22 che vanno in campo ma in realtà dietro ogni squadra c’è un’azienda. Poco fa leggevo un articolo sui numeri del calcio italiano: 4,7 miliardi di fatturato e 4,2 milioni di praticanti. Sarebbe un errore ancora più grave restare fermi».

«Bisogna farlo in sicurezza, facendo sacrifici, nel rispetto di tutti i protocolli. Credo che la gran parte delle società siano d’accordo, compreso il presidente Balata. Certo ci vuole cautela, è per tutti la prima esperienza, ripartiremo un po’ dopo la A. La ripresa sarà un mistero per tutti dopo 50 giorni di inattività. È difficile dire quale sarà l’approccio, ma io sono fiducioso perché il gruppo è forte e ho un mister che col suo staff fa un lavoro straordinario».