Rifondazione Milan: Ranocchia e non solo | Ts

© foto www.imagephotoagency.it

Zuniga, Matip, Boateng e il sogno Calhanoglu per gennaio; molti gli addii

Sarà rifondazione Milan nel calciomercato di gennaio: Kevin Prince Boateng dello Schalke 04, Juan Camilo Zuniga del Napoli e Andrea Ranocchia dell’Inter sono gli obiettivi, senza contare il sogno Hakan Calhanoglu del Bayer Leverkusen. Partiamo dalla difesa perché al Milan manca un’alternativa ad Antonelli a sinistra, specialmente se Mihajlovic dovesse optare per il 4-4-2 e quindi con l’ex genoano come ala: Zuniga è il nome perfetto perché il cartellino si è deprezzato notevolmente.

FROG – Passiamo ad Andrea Ranocchia, il cui possibile trasferimento dall’Inter al Milan sa molto di primi anni duemila. A gennaio per Ranocchia sarà addio quasi certamente, vuole l’Europeo e quindi deve giocare, in Inghilterra lo vogliono sia Everton che Tottenham e Newcastle e l’unica cosa che frena il Diavolo è il prezzo che varia dai dieci ai dodici milioni di euro. In alternativa c’è Joel Matip dello Schalke 04.

BOA E HAKAN – E proprio dallo Schalke 04 ecco arrivare un altro giocatore, un ritorno clamoroso come quello di Boateng. L’ex numero dieci rossonero ha già giocato una partita con la nuova maglia e si sta allenando coi compagni a Milanello, a gennaio il suo trasferimento potrebbe essere ratificato in modo ufficiale. In Bundesliga gioca anche il sogno del Milan, quell’Hakan Calhanoglu il cui piede destro fa impazzire Leverkusen: per prenderlo a metà stagione servirà un’offerta pazza (trenta milioni?) e quindi Calhanoglu per adesso è quasi impossibile.

ADDII – Di fronte a tutti questi possibili arrivi, secondo Tuttosport ci sarà tempo anche per le cessioni. In attesa di capire se Philippe Mexes giocherà o meno, sembra sicuro l’addio in prestito dell’inutilizzato José Mauri mentre il Milan cercherà di dare via a titolo definitivo quei giocatori che hanno deluso fin qui: Suso, Antonio Nocerino e Alex. Anche Alessio Cerci è sul piede di partenza perché vorrebbe ritagliarsi spazio in vista dell’Europeo.