Serie A ? 23^ giornata, Napoli ? Catania: le pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

SERIE A 23^ GIORNATA NAPOLI CATANIA PAGELLE – Ecco le pagelle relative alla sfida tra Napoli e Catania, impegno valevole per la ventitreesima giornata di campionato e terminato sul risultato di 2-0 per i padroni di casa. Rileggi il Live  della gara.

Napoli (3-5-1-1)

De Sanctis 6 – Regala un brivido di troppo nel primo tempo quando si improvvisa in una pericolosa uscita di testa, poi ordinaria amministrazione fino all’ottimo intervento che neutralizza la gran punizione di Lodi.

Grava 6 – Così e così: e non potrebbe essere altrimenti, considerando il minutaggio finora nullo. Un po’ nervoso, sente la partita e si rende protagonista di qualche episodio evitabile.

Cannavaro 7 – Il ritorno del capitano azzurro ha dato ulteriore solidità ad una squadra in ottimo momento di salute, condizione e convinzione. Oggi anche il gol che gli rende almeno in parte una gioia tale da compensare il sofferto periodo della squalifica prima comminata dalla Commissione Disciplinare, poi annullata dalla Corte Federale.

Gamberini 6.5 – I clienti odierni non sono gli ultimi dei sprovveduti ma lui si aiuta con l’esperienza e raramente si fa trovare impreparato o fuori posizione: dopo una fase di appannamento è tornato su livelli convincenti.

Mesto 6.5 – Non sempre fa la scelta giusta, ma ci prova con costanza: affonda la falcata ed è una spina costante per la linea a quattro di Maran. Il Napoli quando non trova spazi si appoggia spesso sull’ex genoano per passare dalla corsia destra.

Behrami 6 – Molto ingenuo in avvio, quando si becca un’ammonizione assolutamente inutile che ne condiziona poi il corso della gara. Non è la prima volta che accade – soltanto due settimane fa a Firenze – e sarebbe l’ora di controllare l’impeto in avvio di partita.

Dzemaili 7 – Il giocatore c’è ed è di ottima fattura, il suo rendimento sembra dipendere totalmente dalla sua condizione fisica e psicologica: quando sta bene, ed avverte la fiducia dell’ambiente, rende. Se messo in discussione viene meno.

Hamsik 7.5 – Si parla sempre e tanto – giustamente – di Cavani, ma i campioni assoluti in casa Napoli sono due: ennesimo inserimento, nono gol per una stagione pazzesca del gioiello slovacco. Poi l’assist a Cannavaro per il gol del 2-0 ed il solito apporto qualitativo e quantitativo per l’economia partenopea. Fuoriclasse immenso.

Zuniga 6.5 – Partita strana la sua: nel primo tempo è protagonista quando serve l’assist ad Hamsik con un tiro-cross molto intelligente, anche però quando si perde totalmente Barrientos sull’1-0 ed è graziato dal clamoroso errore dell’argentino.

Pandev 7 – A volte pecca di lentezza ma oggi esegue a dovere le indicazioni di Mazzarri: si colloca tra le linee avversarie ed ha la qualità per prendere palla dai centrocampisti e servire Cavani o premiare gli inserimenti dei centrocampisti. Nel secondo tempo è encomiabile nel difendere palla e procurarsi un gran numero di punizioni che permettono alla squadra di rifiatare.

Cavani 6 – Fa tremare la traversa con un bolide da calcio di punizione. Nella ripresa fallisce un’occasione che raramente sbaglia, garantisce il solito apporto in fase difensiva, essenzialmente sui calci piazzati.

(Inler) 6 – Entra in campo al posto di Behrami e si piazza in cabina di regia, recupera un paio di palloni importanti e dà manforte in fase d’interdizione.

(Insigne) s.v.

(Armero) s.v.

Catania (4-3-3)

Andujar 5.5 – Non ha particolari responsabilità in occasione dei gol partenopei, sul primo non accenna neanche l’uscita.

Bellusci 5.5 – Non impeccabile su Zuniga in occasione del vantaggio partenopeo: prima gli lascia spazio, poi non lo aggredisce. Spesso insicuro, mantiene una posizione bassa senza però eccellere in fase difensiva.

Rolin 5.5 – Gioca sempre al limite del fallo e questo gli toglie lucidità nella lettura delle varie situazioni di gioco.

Spolli 6 – Senza dubbio il meno peggio del settore difensivo, non autore comunque di una prestazione impeccabile: si avverte l’assenza di Legrottaglie.

Capuano 5 – Si perde Hamsik in occasione del gol del vantaggio partenopeo. Soffre Mesto quando affonda la falcata.

Izco 6 – Corre per tre ed è il migliore del centrocampo di Maran: buon dinamismo, costringe Dzemaili a qualche fallo di troppo per limitarne le ripartenze.

Lodi 5.5 – Come al solito pericoloso da calcio piazzato, ma questa sera non basta: prestazione sottotono in termini di costruzione della manovra.

Biagianti 5 – Schierato da Maran in luogo di Almiron per dare più sostanza alla mediana rossoblu in una sfida così impegnativa, non risponde con una prestazione determinata.

Barrientos 5.5 – E’ il più vivo del suo tridente offensivo nella prima frazione di gara, ma ha sulla coscienza un’occasione clamorosa fallita a tu per tu con De Sanctis sull’1-0.

Bergessio 5.5 – Le sue qualità gli consentono di incidere molto in più rispetto a quanto accaduto questa sera: di solito il suo movimento continuo non dà punti di riferimento alle retroguardie avversarie, alla lunga oggi viene controllato piuttosto agevolmente.

Gomez 5.5 – Quando ha palla al piede dà l’impressione di poter far male, ma a giochi fatti oggi è risultato piuttosto fumoso e poco ispirato.

(Almiron) 5.5 – Subentra a Biagianti ma a dire il vero non fa molto meglio del suo collega di reparto.

(Doukara) s.v.