Serie A, anche Amazon alla finestra per i diritti tv?

Iscriviti
diritti tv
© foto www.imagephotoagency.it

Entro luglio l’asta per i diritti tv del triennio 2018-2021. Sky e Mediaset Premium in prima fila, con Telecom che punta a crescere. Ma attenzione ad Amazon

Serie A sempre più campionato spezzatino. La Lega, spinta dalle esigenze dei network televisivi, punta già dalla prossima stagione ad aumentare le finestre orarie per rendere più appetibile la massima serie agli occhi dei mercati internazionali. Non si arriverà agli eccessi della Liga spagnola e della Premier League, ma la strada è ormai tracciata. Inoltre nelle ultime settimane è entrata nel vivo la battaglia dei diritti televisivi. Entro luglio – come si legge sulle pagine del Corriere della Sera – i vertici del campionato nostrano e Infront, multinazionale che cura i diritti commerciali della Serie A, metteranno all’asta i diritti tv del triennio 2018-2021. Protagonista annunciata sarà Sky Italia. Il broadcast televisivo di Rupert Murdoch punta ad accaparrarsi la diretta di tutte le 380 partite stagionali del campionato. Alla finestra c’è anche Mediaset Premium, messa a dura prova dall’assalto della francese Vivendi. Proprio Vivendi punta alla crescita di Telecom con il business delle dirette televisive tramite la banda larga. Attenzione però anche alla americana Discovery, proprietaria di Nove sul digitale terrestre e di Eurosport sul satellite. Cresce infine l’interesse attorno al servizio Prime Video di Amazon. Già leader dell’e-commerce mondiale, l’azienda di Jeff Bezos potrebbe decidere di partecipare all’asta per i diritti tv.