Verona, Silvestri: «Idoli? Dida e Buffon. Nazionale? Sarebbe un sogno»

Hellas Verona Silvestri
© foto www.imagephotoagency.it

Mattia Silvestri si racconta a 360° nel corso della diretta Instagram organizzata insieme a Nicolò Schira: le parole del portiere del Verona

Mattia Silvestri è stato ospite della diretta Instagram del giornalista sportivo Nicolò Schira. Ecco alcune delle dichiarazioni del portiere dell’Hellas Verona.

IDOLO – «Sono cresciuto milanista, anche se adesso la fede l’ho persa. Ma il mio idolo era Dida. Era devastante, freddo come il ghiaccio. Poi, essendo italiano, Buffon. Lui ha fatto la storia del calcio italiano, è stato un punto di riferimento per tutti i portieri italiani negli ultimi venti anni».

NAZIONALE – «Se ci penso? Certo. So di dover dimostrare ancora tanto, so anche di aver già fatto vedere qualcosa. Sono molto sereno, magari un domani arriverà anche questo sogno. Quando uno inizia a giocare a calcio pensa subito alla Nazionale, oltre al club».

AVVERSARIO PEGGIORE«Quello che mette più apprensione, per quanto mi riguarda, è Ronaldo. Allo Stadium, anche se non fece grandi cose, ad un certo punto tirò da lontano, senza inquadrare la porta, ma mi resi conto di come calciasse. Non avevo la minima idea di dove la palla potesse andare. Fu una sensazione strana: il pallone si spostò diverse volte, alzai semplicemente la mano, sperando che la palla andasse fuori».