Virtus Lanciano, Baroni: «Ho imparato tanto da Conte»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico del club abruzzese analizza l’exploit della sua squadra.

VIRTUS LANCIANO BARONI – Unica squadra imbattuta in Serie B, la Virtus Lanciano viaggia in vetta alla classifica, lanciando la sfida alle squadre più blasonate del campionato cadetto. Merito anche del lavoro di Marco Baroni, allenatore del club abruzzese: «Non posso negare ai tifosi di sognare, ma ai miei giocatori ripeto che le nostre concorrenti sono in coda alla graduatoria. E mi preoccupo se in quell’area resteranno Padova, Reggina, Brescia e Pescara, intruse nella bassa classifica. Voglio vedere quanto i giocatori cresceranno», ha dichiarato l’ex tecnico della Primavera della Juventus ai microfoni de “La Gazzetta dello Sport”, dove ha parlato approfonditamente del progetto: «Il Lanciano si sta esaltando perché emerge lo spirito di sacrificio di ogni calciatore. E’ gestito come un’azienda familiare. La società mi accontenta: mi ha messo a disposizione una palestra e autorizzato ad avvalermi di Antonio Sacco, psicologo dello sport, che con Vercelli collabora con club di A. Col d.s. Leone c’è sintonia: ha piazzato nel momento giusto i colpi Buchel e Casarini. Certo, i due anni nella Juve mi hanno arricchito tantissimo. Ho potuto studiare Antonio Conte, unico, per carisma, personalità, idee e capacità di evolversi. Vorrei esibire la mia creatura anche a Maradona, mio compagno nel Napoli, oltre che a Conte».