Zenit, Mancini sogna in grande: Balotelli, Brozovic, Paredes, Murillo e non solo

mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Zenit, per Mancini si spalancano le porte del calciomercato: ecco tutti i nomi nella lista dell’allenatore jesino. Nel mirino anche Brozovic e Murillo – 3 giugno, ore 13.15

Roberto Mancini è il nuovo allenatore dello Zenit e il mercato italiano ed europeo può avere un ‘rivale’ ma anche un ‘alleato’ in più. «Chi prenderà i giocatori dell’Inter farà grandi affari», aveva detto l’allenatore, pronto a pescare a Milano per rinforzare lo Zenit. Il Mancio potrebbe pescare proprio dall’Inter. Il sogno è Perisic ma sul croato ci sono Manchester UnitedBayern Monaco e PSG. Piacciono tanto Brozovic e Murillo. I due sono considerati cedibili dalla dirigenza interista ma occorre un’offerta complessiva di almeno 45 milioni di euro. Alternativa a Murillo è Andrea Ranocchia che nella seconda parte di stagione ha trovato fiducia e continuità all’Hull, nonostante la retrocessione in Championship.

Zenit, la lista dei desideri di Mancini per completare la squadra – 3 giugno, ore 11.50

Alla fine, dopo il divorzio burrascoso dall’Inter in estate, Roberto Mancini si è rimesso in gioco. E lo ha fatto, come spesso gli è capitato nella sua carriera di allenatore, ripartendo da un club opulento, che possa permettergli di plasmare la squadra a proprio piacimento grazie ad una forza economica invidiabile. Lo Zenit San Pietroburgo, forse la società più ricca di Russia, metterà in effetti a disposizione del tecnico jesino un budget importante, e, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe promesso al proprio allenatore almeno quattro colpi. Secondo l’odierna edizione de La Stampa, sono diversi i nomi che Mancini proporrà alla dirigenza pietroburghese. Anzitutto, due pallini dai tempi del Manchester City: Yaya Touré e David Silva. Il primo, fresco di rinnovo con i Citizens, potrebbe cedere comunque alle lusinghe di Mancini e tentare forse l’ultima avventura importante della sua carriera. Per il secondo, invece, l’ostacolo principale sarebbe probabilmente proprio la dirigenza del City, che considera fondamentale il giocatore. Occhi su Roma invece per il centrocampo: piacciono Paredes e Strootman, anche se la dirigenza capitolina sembrerebbe restìa a privarsi dei due centrocampisti, dato che dovrà affrontare soprattutto le offensive per Nainggolan. Piace poi Perisic, più che sondato dal Manchester United con un’offerta da 55 milioni: la dirigenza del club russo potrebbe però anche rilanciare. Anche per l’attacco i nomi richiamano interamente l’Italia: Mancini sarebbe infatti interessato a Gabbiadini, Keita – la cui situazione contrattuale con la Lazio, come noto, non è idilliaca – e Belotti – anche se la clausola da 100 milioni è ritenuta eccessiva. Infine, la suggestione-Balotelli: un nome che viene accostato sempre al Mancio: Supermario potrebbe lasciare Nizza, chissà che non possa riabbracciare – ancora – il tecnico che lo ha lanciato nel grande calcio.