Connettiti con noi

Calcio italiano

Albertini: «Scudetto? Sarei stupito il Milan sprecasse l’occasione»

Pubblicato

su

albertini

Demetrio Albertini, ex calciatore, ha parlato ai microfoni de La Repubblica sullo scudetto in A e la questione stadi

Demetrio Albertini, ex calciatore, ha parlato ai microfoni de La Repubblica sullo scudetto in A e la questione stadi

SCUDETTO – «Il calcio ci insegna che è tutto possibile, però sarei stupito se il Milan sprecasse questa occasione. A nessuno piace perdere quindi anche Sassuolo e Sampdoria giocheranno senza fare sconti. L’ultimo mio scudetto con il Milan è stato festeggiato di più perché non eravamo i favoriti ed è quello che può succedere anche stavolta». 

PIOLI – «Tatticamente è bravo ad evolversi, ma è bravo anche nell’interpretazione della partita. Bisogna creare un giusto mix tra tattica e talento, non bisogna soffocarlo. Con il collettivo e le giuste direttive anche il calciatore riesce a far uscire le sue doti. L’esempio è Maignan che fa il regista anche, o i terzini che fanno le ali»

INTER – «Ha giocato bene e senza dubbio ha più talento del Milan, ma la differenza è di soli due punti».

COPPE – «Può essere discorso di ritmo e talento, ma alle nostre squadre manca esperienza nelle competizioni internazionali»

SECONDE SQUADRE – «Lo dico da tempo, servono per far crescere i giovani e portarli in alto».

STADI – «Sono un limite per le nostre squadre. San Siro ha fascino ma i canoni moderni sono un’altra cosa». 

MALDINI – «Ha acquisito esperienza e sta dando il suo contributo alla società che ama».