Atalanta, Gasperini: «Mi hanno dato fastidio le banalità sul calcio»

Iscriviti
gasperini atalanta
© foto www.imagephotoagency.it

Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta, è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport per analizzare l’emergenza coronavirus

L’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport per analizzare la situazione coronavirus in Italia. Ecco le sue parole:

«Siamo precipitato in una realtà che sapevamo essere terribile, ma non fino a questo punto. Quattro giorni fa era un mondo, lunedì un altro. Il passaggio da Valencia ci avrà forse allontanati temporaneamente dalla realtà».

SITUAZIONE – «Oggi non sappiamo cosa fare, vorremmo allenarci un po’. Non chiediamo tanto. I ragazzi sono disorientati. Ci adegueremo, non abbiamo un’idea sul futuro. Si andrà avanti? Giocheremo ancora? Sappiamo solo che abbiamo superato il turno. È come la peste, la nostra vita è cambiata, la vita di tutti è cambiata. Sento soltanto le sirene delle ambulanze».

POLEMICHE – «Sa cosa mi ha disturbato? Le solite banalità sul mondo del calcio. Mi ha dato molto fastidio. Il calcio come antidepressivo, come forma di sopravvivenza. Hanno voluto un segnale forte».