Atalanta: Spinelli smentisce, Begnini esce allo scoperto

© foto www.imagephotoagency.it

Comincia a diradarsi il mistero che avvolge le trattative per la vendita dell’Atalanta.
L’imprenditore ed ex presidente nerazzurro Antonio Percassi, nonostante le ripetute smentite dell’interessato, rimane in pole position per l’acquisto del club, mentre continua a essere un oggetto misterioso la presunta cordata non bergamasca. Non ci sarebbe di mezzo Aldo Spinelli, il presidente del Livorno che ha già  negato ogni interesse. Di fronte all’eventualità  che l’Atalanta finisca in mani estranee si è però fatto avanti Giambattista Begnini, imprenditore orobico del settore edile e attuale consigliere atalantino. Begnini è il primo ad uscire allo scoperto. Dalle pagine dell’Eco di Bergamo ha spiegato: “Se in campo c’è Percassi niente da dire, ma se arrivassero dei non bergamaschi è chiaro che dovremmo muoverci noi. Ho già  dato mandato a professionisti per costituire un gruppo in grado di presentare un’offerta adeguata”.
Le grandi manovre insomma entrano nel vivo: molto ruota attorno al prezzo, che sembra essersi abbassato intorno ai 15 milioni di euro. Se le trattative non andranno a buon fine la famiglia Ruggeri resterà  al timone nonostante l’ostilità  degli ultras. Il presidente Alessandro Ruggeri ha assicurato che allestirà  una formazione in grado di tornare subito in serie A.

Fonte: repubblica.it