Cagliari, Joao Pedro: «Imparato il ruolo di punta dopo lo stop di Pavoletti»

© foto www.imagephotoagency.it

Joao Pedro ha parlato della sua metamorfosi in attaccante puro dopo l’infortunio di Pavoletti: le parole del giocatore del Cagliari

Nato centrocampista, trasformatosi in goleador per necessità. Joao Pedro ha raccontato il suo cambio di ruolo nel corso dell’intervista concessa a Cronache di spogliatoio. Ecco le parole del brasiliano del Cagliari.

«Mi è sempre piaciuto fare gol, ma da centrocampista sei lontano dalla porta. Da punta, perdendo Pavoletti, ho cercato di imparare al massimo il ruolo di prima punta. È come il portiere: ti arriva una palla e non puoi sbagliare. Spesso abbiamo un gioco sporco, difficile, e devi essere preparato. Ho sempre avuto una caratteristica da gol, però non era facile perché cambiavo spesso ruolo. Il colpo di testa? Sono stato influenzato da Pavoletti, è il migliore del mondo di testa. Gli dicevo: “Vado sul primo palo, lo attacco e ti porto via il difensore. E tu fai quello che vuoi dentro l’area”. Non essendoci più Leo è cambiato tutto. Lo guardavo, ho studiato i tempi e il fisico mi aiuta».