Cagliari, Zenga: «C’era un rigore per noi. Cragno migliore in campo»

© foto www.imagephotoagency.it

Walter Zenga ha analizzato la sconfitta subita all’Olimpico contro la Lazio: le dichiarazioni dell’allenatore del Cagliari

Walter Zenga, allenatore del Cagliari, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della sfida persa contro la Lazio.

«Abbiamo fatto una buona partita, siamo riusciti ad andare in vantaggio e abbiamo fatto un bellissimo gol su punizione. C’è un episodio che è un rigore netto. Siamo abbastanza stanchi, con l’Atalanta ci hanno annullato un gol per un tocco di braccio ininfluente di Simeone, a Firenze ci hanno annullato un gol per fuorigioco di due millimetri. Il braccio di Milinkovic era largo e meritavamo il rigore, con le regole attuali. Ho detto che chi ha inventato questa regola qua ama il calcio balilla. Ma qui il braccio è largo, era da andare a vedere al VAR. In Sassuolo-Milan hanno dato un rigore molto simile. Poi, ripeto, abbiamo un po’ subito la Lazio. Anche con i ragazzini in campo abbiamo cercato il pari nel finale. Quelli come quello di oggi son tutti episodi che alla fine del campionato contano. Il regolamento parla chiaro: questo è rigore. Al VAR lo vedono, sono lì apposta. Poi ripeto, la partita è andata in una determinata maniera, Cragno è stato il migliore in campo. In generale, nel poco tempo a disposizione c’era da dare stabilità alla squadra in un periodo molto particolare: giocare così tanto porta degli scompensi e non hai possibilità di recuperare. Questo riguarda tutte le squadre. A me piacerebbe avere a disposizione una settimana tipo, se avrò la possibilità bene altrimenti ho la coscienza a posto: la squadra sta tenendo botta nonostante le difficoltà e va a casa a testa alta sempre»