Calciomercato Sampdoria, Osti: “Icardi non si muove da qui”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

CALCIOMERCATO SAMPDORIA OSTI ICARDI – Carlo Osti, direttore sportivo della Sampdoria, è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva all´indomani del successo dei blucerchiati per 6-0 contro il Pescara: “Era una giornata delicata, la squadra ha ricordato una figura eccezionale come quella di Riccardo Garrone, ottenendo tre punti fondamentali nella nostra rincorsa alla salvezza. Io non ho avuto la fortuna di conoscere Garrone, perché sono arrivato da poco a Genova, ma me ne hanno parlato benissimo. Ho trovato un ambiente eccezionale con persone disponibili e competenti a tutti i livelli. Il mio inserimento è stato ottimo. Delio Rossi sta portando avanti le sue idee, ha modificato qualcosa arrivando a far giocare la squadra col 5-3-2 che riteniamo possa essere il sistema di gioco definitivo”.

Osti parla poi di Icardi:Icardi è un giovane bravo, ha grandi potenzialità e ci auguriamo che possa crescere ulteriormente. Siamo consapevoli che possa avere un futuro prestigioso davanti e ce lo teniamo stretto. L´importante è centrare la salvezza il prima possibile. Noi siamo molto tranquilli, il ragazzo è seguito da molti club, ma ha un contratto con noi sino al 2015 e ci auguriamo che possa rimanere alla Samp. Noi non abbiamo avuto richieste da parte di nessuno, tutti sanno che Icardi a gennaio non si muove da qui. Rodriguez? Rodriguez ha personalità e buona tecnica, gioca esterno di centrocampo in un 5-3-2 ma è un giocatore duttile e potrebbe anche ricoprire il ruolo di interno. Ci verrà a dare una mano. Stiamo definendo gli ultimi dettagli sperando che non ci siano contrattempi. La Samp ha tanti giovani bravi, Obiang è un altro di questi. Vedendolo ogni domenica è un ragazzo estremamente maturo per la sua età. Palombo è un valore aggiunto. Eravamo certi che ci potesse dare un grande contributo da subito. Professionalmente è ineccepibile, nel momento in cui è entrato è come se avesse giocato da sempre avendo qualità tecniche importanti”.