Conferenza De Zerbi: «La classifica non mi piace ma non ci snaturiamo»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, nel corso della conferenza stampa di vigilia della gara con l’Hellas Verona

(Dal nostro inviato a Sassuolo) Roberto De Zerbi non cambia e ribadisce alcuni concetti importanti della sua filosofia nel corso della conferenza stampa di vigilia di Hellas VeronaSassuolo: «Questa squadra deve giocare a calcio che non vuol dire scendere in campo per giocare con le ballerine o in infradito ma vuol dire non buttare la palla. L’azione del gol annullato a Caputo contro l’Inter è una bellissima azione. Noi non ci snaturiamo. Questo non è un momento complicato. Bisogna lavorare sull’aspetto mentale, siamo il Sassuolo non il Real Madrid e non possiamo essere meno rognosi dell’avversario e poi bisogna limare gli aspetti tattici».

Prosegue Roberto De Zerbi: «Di sicuro non mi aspettavo e non ci aspettavamo questa situazione di classifica, che dà fastidio a tutti. Dobbiamo intervenire sugli errori ma nel calcio conta soprattutto l’aspetto mentale. Il Verona è una squadra che merita la classifica che ha, hanno 9 punti non a caso e per questo li rispettiamo. Dobbiamo interpretare bene la gara e non possiamo essere meno rognosi dei nostri avversari. Non recuperiamo nessuno degli infortunati, Tripaldelli non ha ancora smaltito la gara di domenica e non ha i 90 minuti. Muldur è uscito un po’ malconcio, ha avuto un affaticamento, si è allenato ieri e l’altro ieri. Il rinnovo di Berardi? Sono felice che la società gli abbia rinnovato il contratto, con me è cresciuto tanto come spessore di calciatore all’interno di un gruppo e di una partita».