Conferenza stampa Mancini: «Obiettivo primo posto. Come Pozzo? Mi mancano solo 2 mondiali»

Mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Mancini: le parole del commissario tecnico della Nazionale alla vigilia della sfida contro il Liechtenstein

Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani sera contro il Liechtenstein. Le parole del commissario tecnico.

EUROPEO – «Mi piacerebbe gratificare chi ha giocato meno ma che sono sempre rimasti qua, pronti per entrare. Mi piacerebbe trovare qualche giocatore giovane per il dopo Europeo, mi piacerebbe anche arrivare primo e fare 30 punti per essere testa di serie, speriamo di riuscire a centrarli tutti. L’obiettivo principale è arrivare primi ed essere testa di serie».

POZZO – «Manca una partita e due Mondiali. Pozzo è un mito, inutile parlare del niente».

MOMENTI DI DIFFICOLTÀ – «Comunque siamo andati sotto con la Bosnia, abbiamo rischiato, ma volevamo vincere quella partita e l’abbiamo vinta. Stesso discorso con l’Armenia. A marzo vorrei giocare un paio di amichevoli con Nazionali del nostro livello. Poi comunque le partite bisogna giocarle, penso a Norvegia-Spagna e Francia-Turchia, dove sono arrivati risultati inaspettati. Trovare squadre aperte e che giocano sarebbe utile, penso che possiamo giocarcela con chiunque. La Francia ha talenti enormi ed è giovane, è destinata a migliorare. Ma per il resto, non c’è una Nazionale che ha Messi e che decide le partite da solo».

BELOTTI – «Seconda scelta? Assolutamente no. Lui e Immobile partono alla pari, sono tutti e due bravi e non cambia molto se gioca l’uno o l’altro. Non c’è una gerarchia in quel ruolo»