Conferenza stampa Ranieri: «Samp, non ci siamo disuniti. Su Quagliarella…»

Ranieri Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Udinese, la conferenza stampa di Ranieri: leggi le parole del tecnico blucerchiato al termine della sfida del “Ferraris”

(Alessio Eremita, inviato a Genova) – Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa per commentare la vittoria ottenuta contro l’Udinese: «Dovevamo essere più sereni e determinati nei minuti finali, ma abbiamo disputato una buona partita senza mai disunirci. È stato fondamentale il gol del pareggio. Stiamo lottando per non retrocedere, mi importa solo il risultato. Ci aspettano altre partite da qui alla sosta natalizia, ma ci siamo e dobbiamo essere fiduciosi».

Sul cambio modulo: «Nel primo tempo siamo scesi in campo con il 4-4-2, nel secondo ho preferito il rombo per mettere l’Udinese alle corde. Volevo già farlo durante la prima frazione, ma non è semplice cambiare in corsa l’organizzazione tattica».

Sui singoli: «Ramirez ha fatto un’ottima partita, come tutto il resto della squadra. Thorsby è un soldato che sa fare tutto. Ha corsa, resistenza e chiude bene. Non volevo mettere Ferrari a destra e perdere spinta sugli esterni. Linetty? Un ritorno importantissimo, da lui mi aspetto tanto. Quagliarella? Se vive con la difficoltà di segnare, la maschera molto bene. Oggi difendeva anche sui palloni lunghi, lottava. Prima invece… Mi auguro non sia infortunato, adesso è il momento più caldo per lui».

Sulle scelte: «Rigoni o Caprari? Ero indeciso, ma avevo bisogno di un calciatore rapido contro i centrali dell’Udinese che sono lenti. Non guardo i nomi, guardo l’avversario e come posso fargli male. Hanno tutti entusiasmo ed è un peccato non far giocare i miei calciatori. In questo momento sono contento perché un giocatore si sacrifica per l’altro».