Contestazione Inter: si salvano solo Pioli e Gabigol – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

Contestazione Inter al Giuseppe Meazza di San Siro durante Inter-Sassuolo, lunch-match della 36ª giornata di Serie A: striscioni contro Suning. Si salvano solo Pioli e Gabigol – 14 maggio, ore 20

Dalla contestazione dei tifosi nerazzurri si salvano solamente in due, Stefano Pioli e Gabigol. Molti hanno dato il sostegno al tecnico appena esonerato, come si è potuto vedere, ma in tanti hanno espresso vicinanza pure a Gabriel Barbosa. Il centravanti brasiliano è stato inserito da mister Vecchi a un quarto d’ora dalla fine del match e la Curva Nord lo ha osannato e ha rivolto cori per lui. Lo stesso Gabigol a fine partita ha scritto su Twitter: «Non posso non ricordare l’affetto immenso che ricevo dai tifosi a ogni partita. Vinciamo insieme, forza Inter».

Contestazione Inter a San Siro: le foto

Contestazione Inter a San Siro: la Curva Nord dello stadio Giuseppe Meazza di Milano ha inscenato una protesta contro le prestazioni stagionali nerazzurre lasciando il proprio settore di competenza nell’impianto meneghino a metà del primo tempo. Tanti striscioni e fischi nei confronti del pessimo andamento stagionale della formazione nerazzurra, quest’oggi allenata da Vecchi per il match interno contro il Sassuolo che attualmente vede l’Inter sotto di due gol a San Siro. Nel mirino della contestazione dei tifosi interisti c’è l’operato della società del gruppo Suning, con striscioni che non lasciano troppo spazio alle interpretazioni: «Visto che il nostro sostegno non ve lo potete meritare, ora vi salutiamo e ce ne andiamo a mangiare» lo striscione esposto dalla Curva Nord poco prima di lasciare il settore dello stadio. Protesta che invece non ha colpito l’ex allenatore Stefano Pioli, fresco di esonero martedì sera scorsa: «Grazie mister Pioli, unico “attore” interista in mezzo ad una squadra di indegni e ad una società di comparse». Ad inizio gara, invece, un eloquente lenzuolo bianco: «Stagione 2016/2017: Stendiamo un velo pietoso». La tifoseria nerazzurra ha abbandonato al ventesimo del primo tempo il secondo anello verde dello Stadio Giuseppe Meazza, l’ennesima brutta figura dell’Inter di fronte allo sguardo dei propri sostenitori.