Diritti tv Champions League 2018-2021: solo Sky pronta all’asta

champions league
© foto www.imagephotoagency.it

La lotta per i diritti televisivi della Champions League si prospetta un assolo di Sky: la massima competizione europea pronta a tornare su satellite

Le ultime due stagioni della Champions League – compresa questa in corso – sono state uno dei maggiori esborsi fatti da Mediaset in termini di diritti televisivi: pur di strappare la massima competizione europea per club all’emittente satellitare Sky, la società del biscione ha sborsato l’esorbitante cifra di 690 milioni di euro, 230 milioni a stagione, un’enormità perfino per i conti del colosso di Murdoch che ha dalla sua un bacino d’utenza maggiore rispetto a quello di Premium ma che non se l’è sentita di rilanciare a quelle cifre. Il grande investimento non ha portato i frutti sperati per la società milanese: gli abbonati sono aumentati ma non col tasso sperato e a bilancio i diritti acquistati a quelle cifre – come riporta Dagospia – si sono svalutati di circa 60 milioni di euro, una perdita ingente e un investimento che Mediaset sembra non voler più fare per il futuro, e che ha costretto Mediaset a rivedere la propria posizione trasmettendo in chiaro le ultime sfide della Juventus contro BarcellonaMonaco ottenendo risultati grandiosi non solo in termini di ascolti ma ovviamente anche di entrate pubblicitarie. La prossima stagione, la 2017/18, sarà l’ultima con i diritti esclusivi per l’Italia di Mediaset Premium e in questo periodo l’UEFA ha aperto i bandi d’asta per assegnare i diritti televisivi per il prossimo triennio della Champions League, il 2018-2021. A livello europeo però sembra un periodo di forte crisi: non sembrano esserci candidati pronti a fare le offerte folli delle scorse aste, l’unico caso è quello dell’Inghilterra che ha visto British Telecom arrivare alla sorprendente cifra di 1,4 miliardi di euro. Per quanto riguarda l’Italia, l’unico vero concorrente pronto a presentare un’offerta è proprio Sky che però con ogni probabilità non si avvicinerà minimamente alle cifre raggiunte negli scorsi anni.