Ennesimo allarme per Pecchia, si ferma anche Pazzini

pecchia
© foto www.imagephotoagency.it

Nell’allenamento della mattinata a Peschiera il capitano si è fermato. Lunedì contro il Bologna potrebbe non esserci. Pecchia: «Lunedì valuteremo chi far giocare».

Continua ad allungarsi la lista dei giocatori indisponibili. Questa mattina, nella rifinitura allo Sporting Center di Peschiera si è fermato anche capitan Pazzini.

Parte proprio da questa continua emergenza la conferenza stampa pre-partita di Fabio Pecchia che porterà il suo Hellas Verona lunedì ad affrontare nel posticipo di lunedì sera il Bologna al Bentegodi.

«Sono certe le indisponibilità di Bessa, Kean e Ferrari per la partita di lunedì. Pazzini aveva un problema da tempo, aveva preso un colpo sul tendone d’Achille. Ieri si è riposato, vediamo cosa succede in questi giorni e se possiamo utilizzarlo lunedì. Poi sarà assente anche Zaccagni che spero possa risolvere la cosa quanto prima. Mi spiace per lui perchè sarà una cosa lunga. Inseriamo al suo posto un giovane, Calvano che pensiamo possa darci una grande mano. E’ un patrimonio della società e credo possa essere un giocatore sul quale si può puntare anche se so che non sarà subito pronto per la gara».

«Dobbiamo riprendere quello che abbiamo fatto prima di Cagliari perchè in quel modo abbiamo la possibilità di vincere le partite. A Cagliari è stato fatto un passo indietro. Spiace per la brutta prestazione, non siamo certo soddisfatti. Contro il Bologna vogliamo fare qualcosa di diverso e anche i giocatori vogliono riprendere le prestazioni fatte con altre squadra. Vogliamo puntare a fare risultato anche giocando male. In certe occasioni si può fare anche una partita sporca, ma dobbiamo fare risultato e per questo serve un piglio diverso. Dev’esserci una importante crescita portando così a casa una partita diversa. Si va avanti, ma l’obiettivo di tutti dev’essere quello di fare punti e portare a casa il risultato. Sono certo che lavorando con l’atteggiamento giusto, e anche con quel pizzico di fortuna che ci è mancata in alcuni episodi, sono certo che possiamo portare a casa il risultato».

All’allenamento di questa mattina ha partecipato anche il presidente Maurizio Setti. «Mi fa piacere che venga a vedere il lavoro dei giocatori e la loro volontà di continuare in un percorso positivo. Il campionato lascia aperte porte importanti. Lui si rende conto della situazione, ma anche il presidente è convinto che ne possiamo uscire fuori. I ragazzi sanno che va messo più orgoglio in campo, noi siamo professionisti e dobbiamo essere convinti che ce la possiamo fare e che soprattutto ce la vogliamo fare».

E passando a parlare dei singoli, è rientrato in gruppo Zuculini un giocatore su cui Pecchia punta molto. «In queste settimane sta lavorando con più continuità con il gruppo. Non credo sia ancora pronto perchè dobbiamo centellinare le sue energie per averlo più a lungo possibile, ma sarà una miccia nelle partite in corso. Felicioli ha avuto una serie di problemi, ci può dare una mano, il suo momento arriverà. Devono essere tutti pronti e a disposizione. Fares è in un ottimo momento anche a Cagliari ha fatto benissimo; è un’arma importante da poterci giocare, vedremo se partendo da dietro o da davanti. Può giocare sia come terzino sia come esterno, sono valutazioni che devo fare in base agli uomini che ho a disposizione».

L’avversario di turno è il Bologna, una squadra da prendere assolutamente con le molle. «Sta facendo un gradissimo campionato, ha molti punti e se li è meritati tutti. E’ una squadra che ha una propria identità precisa, ha cambiato modulo adeguandosi all’avversario; è un gruppo rodato e l’inserimento di Palacio ha portato quell’esperienza in più che serviva per esaltare un collettivo di qualità. E’ una squadra che sa stare in campo e questo è sicuramente merito del suo allenatore».