Fifa, indagato Infantino: «Lecito incontrare il Procuratore della Svizzera»

Iscriviti
© foto Gianni Infantino

È stato aperto un procedimento penale in Svizzera contro Gianni Infantino

Gianni Infantino, presidente della Fifa, è indagato per abuso di cariche pubbliche, violazione del segreto d’ufficio, favoreggiamento e istigazione a commettere atti illeciti. La vicenda è collegata a un incontro che Infantino ha avuto con il procuratore generale svizzero Michael Lauber.

«Le persone ricordano bene dove la Fifa era come istituzione nel 2015 e in che modo era necessario un sostanziale intervento giudiziario per aiutare a ripristinare la credibilità dell’organizzazione. Come presidente della FifaSostengo pienamente il processo giudiziario e la Fifa rimane disposta a collaborare pienamente con le autorità svizzere a tal fine. Incontrare il Procuratore Generale della Svizzera è perfettamente legittimo ed è legale. Non è una violazione di nulla. Al contrario, fa anche parte dei doveri fiduciari del presidente della Fifa è stato il mio obiettivo fin dal primo giorno, e rimane il mio obiettivo, aiutare le autorità a indagare su illeciti passati presso la Fifa», la difesa di Infantino.