Connettiti con noi

Calcio Estero

FIFA, si studia una legge per ridurre le commissioni degli agenti

Pubblicato

su

raiola
Ascolta la versione audio dell'articolo

Secondo quanto riportato da Marca, la FIFA starebbe preparando una nuova legge per limitare le commissioni degli agenti

Una nuova legge in cantiere. Secondo quanto riportato da Marca, la FIFA starebbe preparando una nuova legge, che entrerebbe in vigore a partire dal 1° luglio 2022, in grado di impedire ad agenti, avvocati, familiari o chiunque agisca in qualità di rappresentante degli atleti di addebitare importi milionari per i trasferimenti.

«Ad oggi – si legge – non esiste una normativa fiscale sulle provvigioni degli agenti. La raccomandazione della FIFA è che non superino il 3%. Questa è un’utopia, dato che oggi e nella scorsa stagione gli importi per le commissioni superano i 450 milioni. La nuova regola intende reintrodurre l’intermediario o un agente all’interno della Football Family e creare un nuovo organismo, la Clearing House, che gestirà tutti i pagamenti. I club pagheranno la commissione alla FIFA e questo organismo effettuerà i trasferimenti ai rappresentanti, agendo come una sorta di responsabile degli incassi. I pagamenti non andranno più dal club all’agente, ma passeranno tutti attraverso la FIFA per garantire che le commissioni non superino quel 6%»