Finale Champions League, Tottenham-Liverpool 0-2: pagelle e tabellino

salah liverpool
© foto www.imagephotoagency.it

Finale Champions League, Tottenham-Liverpool: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

È finita con il risultato di 0˗2 l’attesissima e inedita finale della 64° edizione della UEFA Champions League tra Tottenham e Liverpool: la squadra di Klopp conquista la sesta Coppa dalle Grandi Orecchie della sua storia con una prestazione non indimenticabile ma terribilmente pragmatica. Un gol per tempo, uno in apertura di Salah, uno in chiusura di Origi, a chiudere la pratica. Una partita, obiettivamente, sul piano del gioco e dell’intensità poco spettacolare, causato, forse, dal repentino vantaggio degli uomini di Klopp, più restii a spingersi in avanti con la solita leggerezza. Il Tottenham ci prova, ma soltanto nel finale, ma un super Alisson sventa, come al solito, ogni minaccia. Klopp, con questo successo, spegne ogni statistica negativa legata al suo score e il Liverpool, dopo 14 anni, torna a rimpolpare la sua bacheca con un prestigioso trofeo.


Tottenham-Liverpool 0-2: tabellino

Marcatori: Salah, 2′ pt rig (L); 42′ st, Origi (L)

Tottenham (4-3-2-1): Llloris 6; Trippier 6, Alderweireld 6.5, Vertonghen 6, Rose 6.5; Winks 5 (20′ st, Lucas Moura 6), Sissoko 5 (29′ st, Dier 5.5); Eriksen 5, Alli 5.5 (37’ st, Llorente ng), Son 6.5; Kane 4.5. All. Pochettino.

Liverpool (4-2-3-1): Alisson 7; Alexander Arnold 7, Matip 6.5, van Dijk 7, Robertson 6.5; Fabinho 6, Henderson 6.5, Wijnaldum 5.5 (17′ st, Milner); Salah 6.5, Firmino 4 (13′ st, Origi 7), Mané 7 ( 43’ st, Gomez ng).

Arbitro: Damir Skomina

Note: Ammonizioni: 

MIGLIORE IN CAMPO ˗ TOTTENHAM:

Son 7: dei suoi si rivela la costante e sempre puntuale spina nel fianco della difesa avversaria: ottime le sue incursioni in diagonale, così come i suoi scatti fulminanti spesso chiusi da interventi difensivi sublimi. È il più pericoloso dei suoi per distacco, cerca spesso la conclusione ma non ha la fortuna di trovare il gol

PEGGIORE IN CAMPO ˗ TOTTENHAM:

Kane 4.5: si capisce subito che sia fuori condizione e che rientri da due mesi di stop: troppo imballato, troppo spento e fuori dal gioco, la copia sbiadita del campione di livello assoluto che abbiamo potuto ammirare fino a qualche mese fa. Scelta sbagliata da parte di Pochettino nello schierarlo dal primo minuto

MIGLIORE IN CAMPO ˗ LIVERPOOL:

Mané 7: insieme a Salah, almeno per la prima frazione, decisamente il più reattivo dei suoi: sono ottimi i suoi movimenti in profondità, a sfruttare anche la sua straordinaria fisicità. Collabora bene con i compagni di reparto ed entra nelle occasioni più importanti, in particolare conquistando il rigore in apertura

PEGGIORE IN CAMPO ˗ LIVERPOOL:

Firmino 4: anche per lui varrebbe lo stesso discorso fatto per Kane: rientrato da poco da un infortunio, potrebbe essere in parte giustificato ma la sua partita è davvero troppo ricca di errori da giustificarlo: poco pressing, scarso movimento, compie innumerevoli errori su appoggi elementari, errori tecnici anche gravi e per questo viene giustamente sostituito


Tottenham-Liverpool: diretta live

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Tottenham entra in campo con l’idea di accelerare il gioco, soprattutto con frequenti verticalizzazioni. Per via della tensione, però, da entrambe le parti si continuano a registrare continui errori in disimpegno, spesso anche banali. Cresce leggermente l’apporto di Kane, rispetto alla prima frazione, senza però nessuno strappo degno di nota. La partita si mantiene su un livello poco spettacolare, con tanti lanci lunghi e appoggi sbagliati, a tratti indecifrabili. Regna l’improvvisazione, da una parte e dall’altra, al punto che anche i tifosi si distinguono per uno strano e inedito silenzio. La più ghiotta occasione capita a metà frazione con Milner che calcia di poco fuori dallo specchio, dal limite dell’area. Il Tottenham si sveglia e, anche grazie ai cambi, va più volte vicino al pareggio, ma un super Alisson sventa ogni minaccia. Quasi allo scadere, a togliere le castagne dal fuoco per Klopp, ci pensa Origi, con un diagonale perfetto.

50’ ˗ Finisce qui: il Liverpool vince 2˗0 e conquista la sesta Champions League della sua storia

47’ ˗ Ci prova Kane: Alisson è attento e blocca senza problemi

45’ ˗ Assegnati 5’ di recupero

43’ ˗ Cambio Liverpool: esce Mané, entra Gomez

42’ ˗ GOL LIVERPOOL!!!! Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Origi si ritrova il pallone tra i piedi e, con un diagonale perfetto di sinistro, infila l’incolpevole Lloris

41’ ˗ Son ha l’occasione del tap in vincente a porta sguarnita ma la sua posizione è in offside

40’ ˗ Occasione Tottenham! Alisson si supera con un’incredibile parata sugli sviluppi del calcio di punizione. Palla in corner

38’ ˗ Calcio di punizione al limite dell’area, causato dal fallo di Milner su Rose

37’ ˗ Cambio Tottenham: esce Alli, entra Llorente

36’ ˗ Tiro troppo debole con il sinistro da parte di Son

35’ ˗ Occasione Tottenham. Doppio intervento decisivo di Alisson prima su Son, poi su Lucas Moura

34’ ˗ Occasione Tottenham. Cross al bacio di Trippier: Alli supera in stacco il suo marcatore ma la conclusione finisce alta sopra la traversa

31’ ˗ Fallo di mano fischiato a Son al limite dell’area di rigore

31’ ˗ Monumentale chiusura di van Dijk sullo scatto fulminante di Son: corner per gli Spurs

29’ ˗ Esce Sissoko, entra Dier per il Tottenham

28’ ˗ Occasione Tottenham. Manovra ottimamente organizzata da Son fino al limite dell’area: il suo passaggio per Alli si rivela però un flop a causa del pessimo tentativo di pallonetto realizzato da quest’ultimo

27’ ˗ Rose rimane a terra per qualche secondo dopo un duro colpo, salvo poi rialzarsi

24’ ˗ Occasione Liverpool. Sugli sviluppi di una straordinaria percussione offensiva e centrale di Mané, il pallone arriva a Milner che, dal limite dell’area, lascia partire un tiro che si infrange sui cartelloni pubblicitari

22’ ˗ Calcio d’angolo per il Liverpool calciato malissimo

20’ ˗ Cambio Tottenham: fuori Winks, dentro Lucas Moura

19’ ˗ Ennesima chiusura tempestiva di van Dijk in difesa

17’ ˗ Cambio Liverpool: entra Milner, fuori Wijnaldum

16’ ˗ Alli tenta il tiro da distanza siderale: palla fuori dallo specchio, e non di poco

13’ ˗ Primo cambio Liverpool: esce Firmino, entra Origi

12’ ˗ Son cerca il fondo e guadagna l’ennesimo calcio d’angolo

9’ ˗ Ennesima diagonale perfettamente orchestrata di Alexander Arnold su Son

9’ ˗ Dall’interno dell’area di rigore degli Spurs, Salah tenta di ubriacare, a suon di dribbling, Vertonghen che, però, non si fa ingannare e allontana

8’ ˗ Fabinho ci prova da distanza siderale ma, complice anche una deviazione, finisce innocua tra le braccia di Lloris

7’ ˗ Diagonale perfetta di Robertson su Winks, nei pressi della parte esterna dell’area di rigore Reds

6’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Son parte oltre la linea dei difensori, inducendo il guardalinee ad alzare la bandierina

5’ ˗ Ennesimo pallone gettato alle ortiche da parte di Alderweireld

4’ ˗ Numerosi gli errori da una parte e dall’altra in mezzo al campo

3’ ˗ Stoppa bene Kane al limite dell’area: il suo cross in mezzo, però, è decisamente forte e fuori dalla portata dei compagni

1’ ˗ Pallone lungo a cercare gli attaccanti Spurs ma il lancio di Eriksen è mal calibrato e finisce direttamente fuori dal rettangolo di gioco

1’ ˗ Le due squadre sono rientrate in campo: tocca al Tottenham battere

SINTESI PRIMO TEMPO: Pronti via, neanche il tempo di respirare, che il Liverpool passa in vantaggio, con il secondo gol più veloce di una finale di Champions League (dopo quello di Maldini nel 2005), attraverso la trasformazione del rigore realizzato da Salah. Il Tottenham, apparso inizialmente spaesato e sorpreso, prova a prendere coraggio, riversandosi in avanti con ordine. Col passare dei minuti, il ritmo si abbassa notevolmente, dopo i primi minuti estremamente forsennati. Nonostante qualche fugace fiammata in verticale, è sempre il Liverpool, in particolare con Salah, a rendersi pericoloso in avanti, dimostrando anche comunque ottime doti di gestione della partita, in virtù del vantaggio acquisito a inizio partita. Molti sono i giocatori che si alzano dalla panchina per iniziare il riscaldamento, in particolare dalla panchina di Pochettino, teso a dare una scossa ai suoi. Dalla mezz’ora, il Tottenham prova ad aumentare la pressione, nonostante faccia molta fatica a uscire dalla propria metà campo palla al piede. Tanti i palloni persi da una parte e dall’altra, poco o ridotto lo spettacolo in campo.

47’ ˗ Finisce qui il primo tempo: è 1˗0 Liverpool

46’ ˗ Occasione Tottenham. Eriksen ha la possibilità di calciare dal limite dell’area ma, dopo essersi sistemato con precisione il pallone, lascia partire un tiro che finisce alle stelle

45’ ˗ Assegnati 2’ di recupero

44’ ˗ Pretende troppo Alli, nel tentativo di servire e premiare il taglio di Son: Alisson non ha problemi a bloccare

44’ ˗ Kane prova a controllare nei pressi dell’area di rigore ma van Dijk lo annulla

42’ ˗ Lloris non riesce a evitare un calcio d’angolo, su tiro di Salah da fuori area, deviato da un compagno

42’ ˗ Ennesimo calcio d’angolo per il Liverpool

41’ ˗ Eccessivi giochetti di fino in attacco, da parte dei giocatori del Liverpool, che fanno infuriare Klopp

39’ ˗ Problemi al gomito per Vertonghen, necessario l’intervento dello staff medico

38’ ˗ Occasione Liverpool! Robertson penetra centralmente, sfruttando il movimento di Mané: il suo fendente finisce alto sopra la traversa, complice una prodigiosa deviazione di Lloris

36’ ˗ Henderson cerca il traversone teso in mezzo ma il tentativo è troppo potente e il pallone, nella traiettoria, esce dal rettangolo di gioco

35’ ˗ Kane prova la girata in area di rigore, ma Van Dijk si oppone fisicamente respingendo la minaccia

34’ ˗ Calcio d’angolo conquistato da Alli

34’ ˗ Pallone impreciso di Winks su Trippier: il Liverpool può ripartire

33’ ˗ Ottimo controllo di Rose sulla fascia che, però, non si intende con i suoi attaccanti, vanificando l’occasione

32’ ˗ Fuorigioco fischiato a Firmino

30’ ˗ Sugli sviluppi di un calcio di punizione centrale, Sissoko, completamente libero, in quanto non attaccato da nessuno, rischia di colpire inavvertitamente il pallone ma si salva in tempo: solo rimessa dal fondo

28’ ˗ Fuorigioco fischiato, al limite e con leggero ritardo, a Son

27’ ˗ Manca per un soffio il controllo Son in mezzo al campo, vanificando una ghiotta occasione per organizzare un contropiede

24’ ˗ Sbracciata involontaria di Robertson nei confronti di Alderweireld: nessuna sanzione

24’ ˗ Ennesimo calcio d’angolo per il Liverpool, guadagnato da Mané

22’ ˗ Salah prova la conclusione con il sinistro, da posizione decisamente defilata, ma la pessima coordinazione dell’egiziano porta la conclusione sul fondo

21’ ˗ Sinistro smorzato di Salah da fuori area: palla sul fondo in calcio d’angolo

20’ ˗ Chiusura perfetta da parte di Alexander Arnold, ultimo uomo, su Son: intervento prodigioso in diagonale

18’ ˗ Invasione di campo da parte di una ragazza, prontamente fermata da due stewart

17’ ˗ Occasione Liverpool! Alexander Arnold riceve sulla destra e, da distanza siderale, prova il destro che finisce a pochi centimetri dal palo alla destra di Lloris

15’ ˗ Trippier non riesce a trattenere in campo un pallone apparso non eccessivamente complicato: rimessa per il Liverpool n posizione pericolosa

12’ ˗ Entrata decisamente in ritardo di Matip su Kane: l’arbitro interviene, senza sanzionare il giocatore

10’ ˗ Occasione Tottenham. Son dribbla una serie di avversari in area di rigore; Robertson libera la zona pericolosa, regalando palla a Sissoko, posizionato fuori area: il centrocampista tenta il tiro che, però, finisce alto sopra la traversa

8’ ˗ Rose non riesce a controllare in fascia e la rimessa laterale passa al Liverpool

6’ ˗ Salah non capisce le intenzioni di Mané e l’azione sfuma

5’ ˗ Lancio lungo per Son: Henderson intuisce e calcia sul fondo, regalando il calcio d’angolo al Tottenham

2’ ˗ GOL LIVERPOOL!!!! Salah insacca calciando forte a mezza altezza

1’ ˗ Mané calcia verso il centro dell’area di rigore: Sissoko colpisce prima di petto poi con il braccio: CALCIO DI RIGORE per il Liverpool!!!

1’ ˗ Skomina fischia il calcio d’inizio: sono i Reds a battere il primo pallone dell’incontro

Tottenham e Liverpool hanno fatto il loro ingresso in campo e sono pronte a dare inizio alla 64° finale della UEFA Champions League, davanti a una cornice di pubblico straordinaria. Non prima di aver osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Reyes


Tottenham-Liverpool: formazioni ufficiali

Tottenham (4-3-2-1): Llloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Winks, Sissoko; Eriksen, Alli, Son; Kane. All. Pochettino.

Liverpool (4-2-3-1): Alisson; Alexander Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Fabinho, Henderson, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané.


Tottenham-Liverpool: probabili formazioni e pre partita

Qui Tottenham. Inutile negare che la maggior fonte d’ansia per la squadra di Pochettino è data dalle condizioni fisiche precarie del suo attaccante di spicco, Harry Kane, reduce dal brutto e delicato infortunio patito nei quarti di finale di Champions League contro il Manchester City. L’occasione per scrivere la storia, come ammesso dallo stesso Pochettino nella conferenza stampa pre partita, passa anche dai suoi piedi. Quasi sicuramente, l’ariete inglese partirà dal primo minuto, nonostante sia a mezzo servizio, a scapito del brasiliano autore della tripletta salvifica contro l’Ajax, Lucas, che potrebbe partire dalla panchina. In porta confermato Lloris, davanti a lui, difesa a quattro composta da Trippier, Alderweireld, Vertonghen e Rose. A centrocampo spazio a Winks e Sissoko, con Eriksen, mentre Alli e Son agiranno sulla trequarti.

Qui Liverpool. Con l’obiettivo di riportare nella bacheca di Anfield un titolo che manca ormai da quattrodici anni e di riscattare l’amara sconfitta al photofinish in Premier League, oltre a quella della scorsa edizione della Champions League, persa nettamente contro il Real Madrid, la squadra di Klopp cercherà l’impresa in una sfida tutta inglese, partendo questa volta da favorita, anche grazie alla doppia vittoria conquistata in questa stagione contro gli Spurs. Da sconfiggere c’è anche il tabù delle tre finali europee perse dal tecnico tedesco: per questo, Klopp si affiderà ancora una volta al 4˗3˗3 con l’unico dubbio rappresentato da Firmino, che ha saltato la semifinale di ritorno contro il Barcellona per infortunio. Nonostante ciò dovrebbe comunque essere pronto per giocare titolare con Salah e Manè. In difesa spazio a AlexanderArnold, Matip, Van Dijk e Robertson a protezione di Alisson, unica vera grande differenza rispetto allo scorso anno quando a difendere i pali c’era Karius; in mediana, infine, spazio ad Henderson, vero equilibratore di questa squadra, con Fabinho e Wijnaldum.

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Vertonghen, Rose; Winks, Sissoko; Eriksen, Alli, Son; Kane. A disposizione: Gazzaniga, Lamela, Dier, Llorente, Wanyama, Foyth, Davies. Allenatore: Mauricio Pochettino

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk, Robertson; Fabinho, Henderson, Wijnaldum; Salah, Firmino, Mané. A disposizione: Mignolet, Milner, Lovren, Sturridge, Origi, Shaqiri, Gomez. Allenatore: Jürgen Klopp


Tottenham-Liverpool: precedenti

Quello che andrà in scena nel particolare contesto extranazionale di Madrid tra Tottenham e Liverpool sarà il 171 confronto, per un bilancio che pende nettamente a favore dei Reds, in vantaggio con 79 vittorie contro le 48 degli Spurs, mentre 43 sono i pareggi. La maggior parte degli incontri disputati tra le due squadre è radicato in Premier League, ma non mancano gli scontri nelle altre competizioni nazionali. In questa stagione, come molto spesso nel recente passato, le occasioni di confronto sono state favorevoli al Liverpool, basti pensare che dal 2013, il Tottenham è riuscito a prevalere soltanto una volta. Nella stagione appena conclusa, il Liverpool è riuscito a prevalere in entrambe le occasioni in Premier League, con lo stesso risultato di 2˗1: nel match disputato a settembre, a Londra, la squadra di Klopp ha ottenuto il successo grazie ai gol di Wjnaldum e Firmino, con il gol della bandiera di Lamela. Nel match di ritorno, invece, disputatosi a marzo, Firmino e un autogol di Alderweireld (di Lucas il gol degli Spurs) hanno permesso ai Reds di conquistare un’importantissima vittoria per contrastare l’avanzata inesorabile del Manchester City. Tra le due squadre, inoltre, sussiste un altro storico precedente in una finale di una competizione a eliminazione diretta: si trattava della Coppa di Lega inglese del 1982, quando i Reds ottennero la vittoria per 3-1 in rimonta dopo i tempi supplementari.


Tottenham-Liverpool: arbitro

Sarà Damir Skomina l’arbitro designato a dirigere l’appassionante sfida del Wanda Metropolitano tra Tottenham e Liverpool. Per il fischietto sloveno, nato a Capodistria il 5 agosto 1976 e operatore turistico di professione, sarà la 49° partita in stagione tra Champions League, Europa League, Prva Liga e Saudi Professional League. Internazionale dal 2002, Skomina non è nuovo a finali continentali, dal momento che ha già diretto la finale di Europa League tra Ajax e Manchester United nel 2017 mentre nel 2012 è stato designato direttore di gara della Supercoppa Europea tra Atletico Madrid e Chelsea, oltre a essere stato quarto uomo della finale di Champions League del 2012/2013, disputatasi tra Bayern Monaco e Borussia Dortmund. Per l’occasione, Skomina sarà coadiuvato Jure Praprotnik e Robert Vukan. Il quarto uomo sarà invece lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz mentre alla postazione VAR ci saranno gli olandesi Danny Makkelie e Pol van Boekel e i tedeschi Felix Zwayer e Mark Borsch.


Tottenham-Liverpool Streaming: dove vederla

TottenhamLiverpool sarà trasmessa a partire dalle ore 21 in diretta tv satellitare sulle frequenze di Sky Sport Uno (canale 201 dello Sky Box in HD) e Sky Sport (canale 252 satellitare in HD), e in chiaro su Rai1, oltre che in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOSAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go o, per gli abbonati, su NOW TV. Ecco una lista dei siti per vedere le partite in diretta: Stream HD Calcio.