Fiorentina, Jovetic: “Pronto a rinnovare” 1

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il trequartista montenegrino della Fiorentina, Stevan Jovetic, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva ai microfoni del Corriere dello Sport – Stadio in edicola quest’oggi durante una lunga intervista con il quotidiano nazionale.

Il calciatore è stato tra i più positivi in questa stagione travagliata dei viola, ma lui è orgoglioso della fiducia che viene riposta in lui da parte della società : Il fatto che la Fiorentina scommetta su di me per il futuro è una vittoria personale molto importante, significa che sono soddisfatti del mio lavoro e del mio impegno. Il rinnovo sino al 2013? Bene, sono pronto a firmare. Qui sto benissimo, è una città  fantastica con un pubblico che sa come farti arrivare il suo amore. Se vogliono prolungare per me va bene e questa proposta avrebbe un grande significato”.

Il giovane dell’est ammette poi che nel caso dovesse partire Adrian Mutu verrebbe comunque lasciato un vuoto nella rosa dei gigliati: “Mi dispiacerebbe molto se andasse via. Con Avramov e Kuzmanovic è stato uno di quelli che mi ha insegnato tante cose, battevamo insieme punizioni e rigori, mi ha spiegato come stare in campo. E’ un campione formidabile, io ho il vizio di dare la palla in profondità  e poi restare a guardare come si sviluppa l’azione, lui dà  e scatta, pronto a concludere in porta a conclusione del triangolo. Se resta sono contento, perchè poi non potremmo giocare tutti e due insieme? Decide Prandelli, chiaro, ma mi piacerebbe”.

C’è spazio per chiarire anche l’episodio dei rigori che ha tenuto banco negli ultimi mesi: “Sono io il rigorista, lo ero anche al Partizan, nessuno lì veniva a batterli al posto mio. Gila con Genoa? Eravamo nervosi, che potevo fare? Io avevo più bisogno di lui di segnare, ha fatto centotrenta gol, io una decina. Con Vargas? Che dovevo fare? So però che adesso questa cosa non accadrà  più, d’altra parte quando c’è una punizione dalla sinistra mica vado a batterla io”.

La squadra gigliata non ha disputato una buona stagione, anzi, ma in futuro Jovetic prevede un ritorno alla grande: “Torneremo in Europa, obiettivo Champions, ce la faremo a riconquistarla. Abbiamo pagato le tre competizioni. La Champions? In finale tifo Inter. In campionato, invece, tifo Roma, c’è il mio amico Vucinic. Un consiglio a Mou per il Bayern? Parola d’ordine fermare Robben, ma se hanno bloccato Messi…”.