Gasperini: «Sogno la semifinale di Champions ma siamo già orgogliosi di quanto fatto»

© foto www.imagephotoagency.it

Gian Piero Gasperini ha parlato a Radio 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’Io Sport: queste le sue parole

Gian Piero Gasperini ha parlato a Radio 1 nel corso della trasmissione Radio Anch’Io Sport: queste le parole del tecnico nerazzurro raccolte da Itasportpress.it.

CAMPIONATO – «Se è stato un campionato regolare? Direi di sì. Tutte le squadre hanno giocato nelle stesse condizioni. Sicuramente è stato un campionato diverso. La seconda parte nessuno l’avrebbe voluta giocare così certamente. Se è stato un campionato regolare? Direi di sì. Tutte le squadre hanno giocato nelle stesse condizioni. Sicuramente è stato un campionato diverso. La seconda parte nessuno l’avrebbe voluta giocare così certamente».

CHAMPIONS – «Come stiamo in vista del Psg? La differenza la faranno diversi aspetti. La tecnica, la testa, la condizione fisica. Credo sia stato un periodo molto strano. Giocare sempre può aver tolto qualche energia ai giocatori. Ma credo che abbiamo comunque del tempo per prepararci. Non so dire se sia meglio aver giocato tanto o non aver giocato nulla. Lo vedremo in Juventus-Lione e poi toccherà a noi».

FINALE«In questo momento sogno di poter giocare la semifinale. So che la difficoltà della sfida. Il traguardo che abbiamo già raggiunto è già tanto. Se poi arriverà altro, ci penseremo…. Il Psg fermo tranne le due finali? Difficile prevedere come staranno. Molto dipenderà da Mbappé che è un giocatore è molto importante. Ma qualche chance credo che ce l’abbiamo anche noi».

FUTURO DA BIG – «Il mio futuro in una big? Sono già in una grande squadra…».

ILICIC – «Lui è circondato da tanto affetto. Sono situazioni che possono capitare quando meno te lo aspetti. Siamo tutti in suo aiuto. Non ci sarà per la Champions, ma magari per la prossima stagione sì. Chi al suo posto? Sicuramente la sua assenza ci ha tolto molto. Non abbiamo un’alternativa come lui, ma ci siamo adattati bene con Pasalic, Malinovskyi o Muriel».

PROSSIMA STAGIONE«Sognare lo scudetto? Parlare di scudetto per l’Atalanta penso sia un po’ troppo. Ci sono società organizzate e un sistema tale che non consente di partire pensando a quello. Ci sono delle disparità economiche importanti. Noi dobbiamo pensare a migliorarci. Champions al Gewiss? La società sta facendo di tutto per farlo. Credo che sia probabile per la prossima stagione».

SFOGO DI CONTE – «Cosa gli succede? Eh, non lo so (ride ndr). Posso dire che con me è stato molto cordiale. Anzi i complimenti che mi ha fatto raramente li ho ricevuti dal un collega. Arrivati a fine campionato tutti siamo al limite con le energie. L’Inter, forse, è l’unica che può togliere lo scudetto alla Juventus».