Ghirelli: «Cassa integrazione? Rifiutare sarebbe uno schiaffo a chi soffre»

Iscriviti
© foto Wikimedia Commons

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha commentato la possibilità di mettere i calciatori in cassa integrazione

Intervenuto ai microfoni di tuttoC.com, Francesco Ghirelli ha espresso il suo parere in merito alla possibilità di mettere in cassa integrazione i calciatori per evitare oneri gravosi ai club in questo momento di crisi.

«Si guardi in faccia la realtà. I club non hanno risorse, hanno pagato tutti, esclusi tre, alla verifica del 16 marzo scorso. Meglio sarebbe non ricevere gli stipendi? Meglio sarebbe non avere più il proprio club? Siamo in guerra, per ricostruire la casa distrutta tutti, in proporzione, debbono fare sacrifici; le ferie si fanno in tempi di vacche grasse e si lavora con ciò che c’è. A chi non troverà la fabbrica, cosa gli si dice? I privilegi sono finiti, da noi già ce ne erano pochi. È finita una epoca, siamo tornati tutti uguali, siamo tutti normali, prima si capisce e meglio è. Rifiutare la cassa integrazione sarebbe uno schiaffo rispetto a chi soffre».