Connettiti con noi

Borussia Dortmund

Haaland, la macchina perfetta con la maglia numero 9 del Borussia Dortmund

Pubblicato

su

Haaland

La generazione Z di Mbappé e Haaland sta spazzando via la concorrenza, il norvegese continua a essere determinante con gol incredibili

A chi si fosse perso le puntate precedenti basterebbe vedere il gol contro lo Skalke 04 di ieri per capire tutto di Haaland.  Un condensato di acrobazia, tecnica, tempismo e  potenza che spiega alla perfezione perché questo ragazzino di 20 anni molto probabilmente in un futuro nemmeno troppo lontano lotterà con Mbappé per aggiudicarsi il Pallone d’Oro. Come pochi altri prima di lui Erling Haaland non è solo un predestinato. Sarebbe riduttivo. E’ il prototipo dell’attaccante moderno, capace di fare tutto e bene, imprevedibile e imprendibile. Un talento cristallino supportato da mezzi fisici spaventosi e una dedizione al lavoro rarissima per un ventenne: niente vizi, nessuna salsa nei pasti, junk food e bibite bandite, alcol fuorilegge.

E’ così che si diventa campioni completi, totali, già a 20 anni, non c’è dubbio che il futuro è suo, ma intanto ha iniziato a prendersi il presente con una continuità incredibile e gol pesantissimi. Senza accusare il minimo contraccolpo dal Molde nel 2019, al Salisburgo fino alla Champions League con il Borussia Dortmund, e a proposito: in Europa ha più gol che partite giocate. Qualcosa vorrà pur dire. Quello che più sorprende di Haaland è la varietà di un repertorio già smisurato ad appena vent’anni, due in meno di Mbappé, con prospettive ancora enormi di crescita. Segna in ogni modo ed è già uno degli attaccanti più completi in circolazione; potenza, fiuto del gol, talento, tecnica, scatto e dribbling in 88 kg per 194 centimetri. Una macchina da gol che scandirà i ritmi delle prossime stagioni calcistiche ad alti livelli, la generazione Z scalpita ed è pronta a prendersi tutto. Messi, Ronaldo e Ibra sono avvisati.