Hellas Verona, comunicato sul caso Donati-Portanova

© foto www.imagephotoagency.it

Il club veneto ha chiarito la vicenda relativa al suo centrocampista.

HELLAS VERONA DONATI PORTANOVA – In risposta alle notizie emerse in mattinata circa i presunti insulti rivolti da Massimo Donati ad un raccattapalle del Genoa, che tra l’altro, come poi scoperto, è il figlio dell’avversario Daniele Portanova, l’Hellas Verona ha emesso un comunicato per far chiarezza sulla vicenda che ha visto protagonista il suo centrocampista.

LA NOTA – «In merito a quanto riportato dagli organi di informazione relativamente a “dei presunti insulti” rivolti dal calciatore Massimo Donati a un raccattapalle del Genoa (che è il figlio del difensore Portanova, Manolo) durante la partita allo stadio Luigi Ferraris di domenica 10 novembre, la società Hellas Verona FC e lo stesso calciatore gialloblù intendono smentire quanto erroneamente scritto dalla stampa. Donati non ha rivolto nessuna offesa e nessun insulto al raccattapalle, ma semplicemente ha invitato il bambino a rimettere in gioco il pallone più in fretta, considerato che avveniva in maniera sistematica il ritardo dei palloni in campo nel secondo tempo».

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO INTEGRALE.