Higuain non ‘vede’ blaugrana: 3 gol contro il Barcellona

Higuain non ‘vede’ blaugrana: 3 gol contro il Barcellona
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus si affida ai gol di Dybala e Higuain contro il Barcellona negli ottavi di Champions. I precedenti di Higuain contro i blaugrana ai tempi del Real Madrid

Per avere la meglio del Barcellona in Champions League, la Juventus si affiderà alla fase difensiva, certo, ma non solo, visto che serviranno anche i gol degli attaccanti. E chi meglio della coppia argentina composta da Paulo Dybala e Gonzalo Higuain, a caccia del primo appuntamento importante in stagione in una sfida d’alta moda del calcio europeo. Per Dybala sarà la prima volta contro il Barcellona, ma non per Higuain. L’ex Napoli, infatti, ha affrontato ben 18 volte il Barcellona durante la sua esperienza con il Real Madrid tra campionato e coppe varie, tuttavia, lo storico dei suoi gol contro la formazione blaugrana non è propriamente dei migliori. Sono solamente tre le reti siglate dal Pipita contro il Barcellona: 3 in 18 partite, un gol ogni sei sfide. «Di tempo ne è passato» recita una strofa del coro che solo pochi mesi fa Higuain cantava sotto la sua ex curva del Napoli (tra l’altro adottato in queste ore anche dai tifosi del Barcellona). E allora, dopo la parentesi campana in cui è divenuto a tutti gli effetti un componente della top 3 degli attaccanti mondiali, Gonzalo Higuain in questa stagione si sta dimostrando funzionale al gioco della squadra di Massimiliano Allegri, non perdendo il vizietto del gol. Sono 27 le reti stagionali di Higuain al primo anno in bianconero, di cui 21 in campionato, mentre ha realizzato ben tre reti in questa edizione di Champions con la Juventus in sette partite fin qui disputate. Questa sera e tra una settimana la prova del nove stagionale contro il Barcellona, cercando di migliorare fin qui un bottino alquanto magro per un bomber della sua caratura.

Higuain contro il Barcellona: 3 gol in 18 partite

I numeri di Higuain contro il Barcellona, infatti, non sono particolarmente pericolosi dal punto di vista blaugrana. Tre gol in diciotto partite, di cui solo due utili ai fini della vittoria finale. Il primo realizzato il 7 maggio 2008 durante il ‘Clasico del Pasillo’: un sonoro 4-1 rifilato dal Real Madrid al Barcellona, con le reti di Raul, Robben, Van Nistelrooy e, appunto, Higuain. Suo il gol del 3-0, sfruttando un assist di Diarra dalla corsia destra, un tocco per controllare ed eludere Pique e colpo di esterno destro con Victor Valdes in uscita che può solo raccogliere il pallone in porta. Male, invece, la sua esperienza un anno dopo, nel 2009, sempre al Bernabeu, sempre contro il Barcellona: Higuain, infatti, sblocca la partita al 14’ con un bel colpo di testa che sembra dare il ‘la’ alla vittoria delle merengues. Peccato che poi la partita finirà 2-6 per la formazione blaugrana, una vera e propria lezione di calcio tramandata ai posteri. Nel 2012, invece, un gol di Higuain, quello dell’1-0, aiuterà la vittoria del Real Madrid nella Supercoppa 2012. Purtroppo, del Pipita, ci si ricorderà anche per quello che è stato uno tra gli errori più clamorosi in un Clasico. Quarti di finale di Copa del Rey: fischio d’inizio, giro palla blaugrana ed errore della retroguardia culé che porta Higuain a tu per tu con il portiere Pinto dopo soli 7 secondi. Palla fuori, la gara finirà 2-2, Real Madrid eliminato. Ecco, Pipita, stasera non così.