Il Napoli è uno spettacolo: non può nulla il Chievo

slovacchia hamsik kucka napoli
© foto www.imagephotoagency.it

Al San Paolo tra Napoli e Chievo Verona decidono le reti di Gabbiadini ed Hamsik

Il Napoli risponde alla poco convincente vittoria della Juventus in quel di Palermo e lo fa con un’impressionante prova di forza sul Chievo Verona, terza forza della classifica di Serie A: decisive le reti di Gabbiadini ed Hamsik.

PRIMO TEMPO – Primo tentativo di Gabbiadini al 2’ minuto: arma il sinistro ma manca la precisione. Solito possesso palla del Napoli che tenta di trovare sfogo sulle corsie offensive, buona occasione al 12’ sull’asse Zielinski-Hamsik, piattone dello slovacco da posizione favorevole ma tra le braccia di Sorrentino. Chance clamorosa per Gabbiadini al 17’: perfetto il cross di Ghoulam, spizzata del centravanti partenopeo che beffa la retroguardia avversaria ma trova la superba deviazione in corner di Sorrentino. Azione splendida del Napoli al 19’: un po’ tutti toccano il pallone, Gabbiadini si fa anticipare sul servizio di Zielinski. Assolo partenopeo: ancora Zielinski per Hamsik che calcia di prima intenzione dall’interno dell’area di rigore, palla alle stelle. Al 23’ minuto il meritatissimo vantaggio del Napoli: filtrante perfetto di Hamsik per Callejon che scarica di prima intenzione per Gabbiadini, il centravanti si sblocca con un piatto-interno che gira quanto basta per non consentire a Sorrentino l’intervento. Si è sbloccato l’attaccante partenopeo, prima rete stagionale per lui. Brivido Napoli: taglio di Castro sull’assist di Meggiorini, linea partenopea sorpresa ma palla alta sulla porta difesa da Reina. Padroni di casa che passano ancora a sinistra: al 37’ scarico di Ghoulam su Insigne che si mette in proprio ma spara altissimo sulla porta veneta. Al 39’ il meraviglioso raddoppio del Napoli: Insigne suggerisce per Hamsik che calcia con il mancino ad incrociare, palla nel sette opposto e clamorosa disinvoltura oramai nel padroneggiare il suo piede sinistro. Al 45’ punizione di Gabbiadini: il pallone scende alla fine, troppo tardi per centrare la porta. All’intervallo si va sul risultato di 2-0.

SECONDO TEMPO – Nessun cambio all’intervallo: Sarri e Maran rimandano le rispettive decisioni. Subito una chance per il Napoli: assist geniale di Zielinski per Callejon da campo a campo, lo spagnolo calcia di prima intenzione ma la sua botta è ribattuta da Gobbi. I partenopei controllano agevolmente le operazioni con il classico possesso palla, alzando ed abbassando a piacimento i ritmi di gioco. Sinistro di Zielinski al 13’: c’è potenza ma non precisione. Break Chievo al 15’, conclusione deviata di Birsa che non impensierisce Reina, ben appostato. Spunto dell’ex De Guzman al 22: doppio dribbling nei pressi dell’area partenopea e scarico su Inglese che trova l’opposizione decisiva di Albiol. Napoli vicino al tris al 23’: insolito mancino dello spagnolo dopo una grande azione in velocità, palla appena a lato. Altro brivido per la tifoseria del Napoli: Floro Flores si invola verso Reina ed un recupero al limite di Koulibaly salva gli uomini di Sarri. Altro filtrante di Radovanovic per Inglese, che passa dietro la linea difensiva partenopea e calcia in diagonale, presa bassa di Reina. Prima conclusione del subentrato Milik al 34’: Sorrentino in due tempi. Finale che scorre agevolmente per gli uomini di Sarri: finisce 2-0, il Napoli resta in scia della Juventus.

PRIMO TEMPO AZZURRO IMPRESSIONANTE – Napoli irresistibile: gioca un calcio da favola per l’intero primo tempo, a ritmi vertiginosi ma senza perdere alcunché in termini di qualità espressiva e fluidità della manovra. E’ uno spettacolo davanti al quale il Chievo può soltanto inchinarsi. Apporto magistrale di capitan Hamsik: innesca l’azione del vantaggio e – ancora con il sinistro – firma personalmente il raddoppio con una magia. La ripresa è di fatto ordinaria amministrazione.

TABELLINO – NAPOLI – CHIEVO VERONA 2-0

Marcatori: Gabbiadini (N) 23’, Hamsik (N) 39’

Ammoniti: Napoli – Koulibaly, Albiol; Chievo Verona – Gobbi, Cesar, Dainelli, Castro

Espulsi:

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Jorginho (al 69’ Allan), Hamsik; Callejon, Gabbiadini (al 63’ Milik), Insigne (all’81’ Mertens). In panchina: Sepe, Rafael, Maksimovic, Tonelli, Hysaj, Strinic, Diawara, Rog, Giaccherini. Allenatore: Maurizio Sarri

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore (al 63’ Izco), Dainelli, Cesar, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa (al 63’ De Guzman); Inglese, Meggiorini (al 58’ Floro Flores). In panchina: Seculin, Confente, Spolli, Gamberini, Frey, Rigoni, Bastien, Parigini, Pellissier. Allenatore: Rolando Maran