Inter, servono plusvalenze per 40 milioni per rafforzare la rosa in estate

ausilio inter
© foto www.imagephotoagency.it

Ecco le strategie di mercato dell’Inter per aggirare i limiti imposti dalla Uefa e rafforzarsi sul mercato nella sessione estiva

I paletti imposti dal Fair Play Finanziario costringeranno l’Inter a dover racimolare altro denaro con le plusvalenze per poter operare sul mercato e rafforzare la rosa in estate. Molti quattrini potrebbero finire nelle casse del club nerazzurro dalla cessione definitiva dei tanti giocatori in prestito che hanno disputato un’ottima stagione. Ad iniziare dal giovane portiere Radu, che il Genoa intende riscattare versando gli 8 milioni pattuiti al momento del prestito. Il portiere potrà comunque essere riacquistato dall’Inter per 12 milioni di euro.

Altra liquidità potrebbe arrivare dalla cessione del giovane difensore Vanheusden, una delle realtà più interessanti del calcio europeo. Il giocatore che milita nel Liegi potrebbe essere acquistato dal club belga a titolo definitivo. Anche Bastoni la prossima stagione potrebbe rimanere ancora lontano da Milano a maturare esperienza, mentre potrebbe essere sacrificato Ranocchia per il quale non mancano di certo le offerte.

Potrebbe anche essere ceduto Gravillon che tornerà da Pescara dove invece potrebbe approdare Zappa. Potrebbero essere programmate anche le cessioni di Emmers (che alla Cremonese non ha brillato) e Karamoh che ha ben figurato nel Bordeaux anche se non sono state gradite alcune bizze fuori dal campo. Se dovessero arrivare i soldi attesi, molto verrebbe investito per rafforzare il reparto di centrocampo. Il nome di Barella è in cima alla lista della spesa di Ausilio, anche se il sogno proibito rimane Federico Chiesa.