Inter, Simoni: «Thohir? Speravo che non accadesse»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni dell’ex tecnico nerazzurro sul passaggio del club a Thohir.

INTER MORATTI THOHIR SIMONI – L’addio di Massimo Moratti all’Inter come azionista di maggioranza ed il relativo passaggio di proprietà al magnate indonesiano Erick Thohir non è stato accolto bene da Gigi Simoni: «Sono molto dispiaciuto. Ho sperato a lungo che questo non succedesse. Ma mi rendo conto che la situazione era cambiata e che Moratti aveva necessità di imprimere una svolta. Thohir? Non lo conosco. Mi sembra che abbia avuto qualche indecisione di troppo. Adesso tocca a lui. Cosa mi aspetto ora? Una potenzialità economica che possa rilanciare in grande stile l’Inter. Moratti potrebbe avere ancora un ruolo fondamentale con la sua esperienza e con l’amore che ha sempre manifestato per questa società», ha dichiarato l’ex tecnico nerazzurro ai microfoni del “Corriere dello Sport”.

Simoni ha poi svelato i suoi ricordi legati al patron nerazzurro: «È un presidente che è difficile da trovare, unico nel suo genere. Lo dico in senso positivo. Lo dice un allenatore che lui ha esonerato dopo aver battuto il Real Madrid… Cosa aveva di speciale? Era innamoratissimo della sua Inter, era sempre entusiasta, spronava chiunque a dare il meglio. Aveva voglia di vincere, ha vinto tanto. È un vero peccato che anche lui lasci il calcio. Non solo quello italiano, ma anche quello internazionale si impoveriscono notevolmente».