Connettiti con noi

Calcio italiano

Italiano: «La Fiorentina quest’anno può sognare. Vlahovic? Per ora ce lo godiamo»

Pubblicato

su

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, ha parlato a Radio 1 durante Radio Anch’Io Sport: le sue dichiarazioni

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina, ha parlato a Radio 1 durante Radio Anch’Io Sport. Le sue parole.

MILAN – «Finalmente siamo riusciti a fare punti contro una grande e in uno stadio gremito e festante, è stata una bellissima serata. Contro l’Inter e il Napoli non siamo riusciti a fare risultato, sabato abbiamo meritato di vincere e l’abbiamo portata a casa. Quando vai in vantaggio sul 3-0 dovresti riuscire a mantenere il controllo, mi sarei arrabbiato tantissimo se avessimo buttato via punti. Ibrahimovic è ancora un giocatore determinante, non gli puoi dare spazio che lui punisce».

FIORENTINA – «Ci godiamo anche questo bel momento, sabato eravamo rimaneggiati ma se lo spirito è questo, la Fiorentina quest’anno può sognare. Dobbiamo continuare con questo coraggio ed atteggiamento come stiamo facendo, possiamo toglierci delle belle soddisfazioni. La strada è tracciata, continuiamo così».

FIORENTINA TRA LE SETTE SORELLE – «Ci piace. Volevamo partire bene, ci siamo riusciti ma abbiamo un po’ smarrito i risultati fuori casa. Per adesso ci godiamo il momento, sabato sera eravamo super rimaneggiati. Se l’atteggiamento è questo, la Fiorentina può davvero sognare in grande quest’anno».

10 PUNTI IN PIÙ RISPETTO ALL’ANNO SCORSO – «Siamo contenti, non era semplice lavorare su un tipo diverso di schieramento. Tutto sta andando bene, è un merito che va dato ai ragazzi perché a parte pochi nuovi sono tutti gli stessi giocatori della stagione scorsa».

VLAHOVIC – «E’ una situazione cominciata già in estate, non so come andrà a finire ma scende in campo sempre concentrato. Con la sua esultanza ha dimostrato che vuole rimanere focalizzato sul presente, noi ce lo stiamo godendo e speriamo che mantenga questa umiltà, è destinato a grandi cose.».

SPEZIA – «L’anno scorso a Spezia abbiamo fatto un mezzo miracolo sportivo, il 20 agosto eravamo in campo per i playoff e dopo una settimana eravamo in una nuova categoria con tanti giocatori e allenatore all’esordio in Serie A. È stata un’annata fantastica dove abbiamo ottenuto un risultato insperato».

SALERNITANA – «La classifica è ancora corta, ci sono tante partite da giocare».

SCUDETTO – «Per me è ancora l’Inter la squadra più forte, fisicamente e qualitativamente in tutti i reparti è forte. Ha sostituti forti, anche la vittoria contro il Napoli ha fatto vedere che è una squadra che può ancora ambire allo scudetto».

TANTI GOL – «Si fa felice il pubblico che viene allo stadio a vedere questo spettacolo. Forse sta cambiando qualcosa, le squadre giocano a viso aperto e vogliono fare un gol in più dell’avversario e non come qualche anno fa dove si aspettava. È un bel cambio di mentalità, soprattutto per la gente che viene allo stadio a vedere uno spettacolo come è stato Fiorentina-Milan».