Juventus: riecco Diamanti, De Ceglie verso la Premier

© foto www.imagephotoagency.it

Gli aggiornamenti sui movimenti di mercato in casa bianconera.

CALCIOMERCATO JUVENTUS ULTIMISSIME – Sembrava ormai riposto nel cassetto il sogno di portare Alessandro Diamanti in bianconero ed, invece, torna d’attualità la candidatura dell’attaccante del Bologna in casa Juventus. Si sono riaccese le fantasie del club piemontese dopo le dichiarazioni del fantasista rossoblù nel post-partita di Italia-Argentina, quando ha rimesso in dubbio il suo futuro. Un’apertura evidente quella di Diamanti, che l’allenatore del Bologna, Stefano Pioli, come riportato da “Tuttosport”, ha provato ad annullare: «Conosco Diamanti, ho parlato con lui anche prima dell’allenamento. Le sue parole sono state travisate, non mi aspetto sorprese, per quello che so io. Poi le certezze assolute nel calcio non esistono. Ma per come conosco Diamanti, che giocherà col Brescia in Coppa Italia anche col mal di schiena, so di avere un giocatore leader e simbolo della squadra. Uno positivo, generoso, che s’è impegnato per aiutare la squadra a fare una grande stagione». La richiesta del patron Albano Guaraldi non è irraggiungibile: 10 milioni di euro, che permetterebbero alla società felsinea di rispettare le scadenze di settembre per i pagamenti degli stipendi, i contributi di maggio e giugno ed il debito IVA pregresso. Giorni caldi, dunque, per Diamanti, che accusa un leggero ma insistente “mal di pancia”: l’adeguamento dell’ingaggio non è arrivato e la voglia di una grande occasione è tanta. 6-7 milioni di euro sarebbero già pronti, il resto Beppe Marotta lo ricaverebbe dalla cessione di Frederik Sorensen.

In uscita anche Richmond Boakye, che potrebbe andare in prestito all’Elche per 350 mila euro, ma pure Fabio Quagliarella, che sta valutando il contratto triennale con ingaggio intorno ai 3 milioni più una serie di invidiabili benefit, offerto dall’Al-Gharafa, che potrebbe chiudere per 8 milioni di euro. Potrebbe andar via anche Paolo De Ceglie: il suo agente, Carlo Pallavicino, è all’estero proprio per raccogliere e valutare offerte: c’è il Sunderland, pronto a mettere sul piatto un ingaggio da 2 milioni di euro a stagione, ma le trattative con la Juve devono ancora decollare, sebbene i margini di successo non manchino.