Lazio – Fiorentina (3-1): pagelle e tabellino

convocati lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio – Fiorentina, Serie A 2016/2017, 17a giornata: formazioni ufficiali, pagelle, risultato, tabellino e sintesi, probabili formazioni ed info streaming gratis

Lazio – Fiorentina: premi F5 per aggiornare

Lazio – Fiorentina: tabellino

MARCATORI: 23′ Keita (L), 45+3′ rig. Biglia (L), 65′ Zarate (F), 90′ Radu (L)
AMMONITI: Tomovic (F), Bastos (L), Olivera (F), Bernardeschi (F), Astori (F), Sanchez (F)
ESPULSI: –
NOTE: 48′ Marchetti (L) para rigore a Ilicic (F)
ARBITRO: Irrati di Pistoia.

Lazio – Fiorentina: pagelle e sintesi

LAZIO (3-5-2) – Marchetti 6.5; Bastos 6, de Vrij 6, Radu 6.5; Felipe Anderson 6.5 (77′ Wallace s.v.), Cataldi 5 (84′ Murgia s.v.), Biglia 6, Milinkovic 7, Lulic 5; Immobile 6, Keita 6.5 (68′ Kishna 5.5). In panchina: Strakosha, Vargic, Patric, Basta, Hoedt, Lukaku, Lombardi, Luis Alberto, Rossi. Allenatore: Inzaghi 7.

FIORENTINA (4-2-3-1) – Tatarusanu 6; Tomovic 5 (46′ Cristoforo 6.5), De Maio 6.5, Astori 6, Olivera 5; C. Sanchez 6, Vecino 6; Tello 5 (80′ Chiesa s.v.), Ilicic 5 (59′ Zarate 6.5), Bernardeschi 6.5; Kalinic 6. In panchina: Dragowski, Lezzerini, Diks, Milic, Maistro, Babacar, Perez. Allenatore: Sousa 5.

LAZIO – IL PEGGIORE

Senad Lulic 5: Nel primo tempo Tello vede i sorci verdi perché Lulic lo salta spesso mentre lo spagnolo in lui trova un muro. L’intervallo però non sembra fargli bene, perché appena rientra in campo appare fin da subito in difficoltà: dapprima sbaglia un buon tiro e manca il colpo del ko, poi è a fare una bella scampagnata in occasione del lancio del gol di Zarate al sessantacinquesimo. Lascia solo Tello ed è un errore imperdonabile per uno con la sua esperienza, una macchia che cambia il suo match e lo condiziona. Uno dei peggiori della Lazio assieme a Cataldi.

LAZIO – IL MIGLIORE

Sergej Milinkovic-Savic 7: L’anno scorso doveva andare alla Fiorentina ma poi successe quel che successe e finì alla Lazio, e da quel momento sembra proprio che si senta in dovere di sfoderare la miglior prestazione stagionale proprio coi viola. Il gol dell’uno a zero porta anche la sua firma perché da un suo inserimento nasce l’assist per Keita, il due a zero invece lo segna Biglia solo perché l’argentino è rigorista, altrimenti il merito sarebbe solo del serbo, bravo a recuperare una palla sanguinosa e a incunearsi tra i toscani. Grandissima partita, una conferma dopo l’ottima prova di Marassi.

FIORENTINA – IL PEGGIORE

Cristian Tello 5: Una Fiorentina così arrendevole in certe zone del campo è segnale di mancanza di concentrazione, vedi la corsia destra che stasera ha lasciato molto a desiderare. Tello mette a referto l’ennesima prestazione insufficiente della sua stagione ampiamente da rivedere. Mai in partita, si fa sempre anticipare da Lulic e fa una sola cosa buona, il recupero a fine primo tempo in difesa. Peccato che poi sbagli subito il rilancio e regali palla alla Lazio che si prende il rigore. Sbaglia anche in occasione dell’assist del 2-1, per sua fortuna c’era Biglia. Doveva giocare Chiesa dall’inizio.

FIORENTINA – IL MIGLIORE 

Federico Bernardeschi 6.5: Josip Ilicic era in campo ma in pochi se ne sono accorti, Cristian Tello idem, quindi è stato il solo Bernardeschi a dare qualità alle sporadiche folate offensive fiorentine. Bene chiarire subito che tutta la Fiorentina ha giocato al di sotto delle sue possibilità e ha creato poco, specialmente nella prima frazione, ma in mezzo a tanta mediocrità anche un Bernardeschi a mezzo servizio è diventato l’arma più utile. Ci ha provato di testa ma senza fortuna, poi ha tentato di far svoltare la gara alla Viola ma ha lottato contro i mulini a vento. L’azione del rigore fallito nasce da lui, ovviamente.

Si è giocato il secondo tempo della sfida di Serie A tra Lazio e Fiorentina valido per la diciassettesima giornata di campionato. Di seguito ecco la sintesi.

PRIMO TEMPO – La prima occasione del match arriva al nono, su un corner di Biglia è Bastos a saltare su tutta la difesa viola e a schiacciare in porta ma il riflesso di Tatarusanu è molto buono e con il piede evita il gol. La Fiorentina si chiude bene centralmente e riesce a tenere botta alle iniziative laziali, la squadra di Inzaghi va a folate e sfrutta soprattutto la fascia sinistra ma nella prima metà del primo tempo crea solo massa e poco più. Proprio dopo il ventunesimo Immobile si sveglia e va vicinissimo al gol con un bolide dopo una mischia in area ma non riesce a tenerla bassa e la sfera si perde in curva. Passa ancora un minuto e al 23′ Keita porta avanti i suoi: Anderson si accentra da destra, dà a Milinkovic-Savic che stoppa e serve l’accorrente senegalese, bravo a superare Vecino e a segnare in diagonale. Dopo la rete la Lazio un po’ si affloscia e lascia spazio alla Viola, è Bernardeschi ad avere la prima chance al 40′ con un bel colpo di testa su cross di Olivera ma l’apuano colpisce troppo centralmente e Marchetti blocca. Poco prima della fine del primo tempo un errore in disimpegno di Tello manda in porta Milinkovic-Savic che viene spostato da Tomovic e Irrati dà rigore. Batte Biglia e fa 2-0, si va così a riposo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con un episodio che potrebbe cambiare tutto: errore di Biglia in area e fallo su Cristoforo appena entrato al posto dell’infortunato Tomovic, Irrati fischia rigore ma Ilicic si fa ipnotizzare da Marchetti, il quale si distende sulla sua sinistra e para in angolo. Per rivedere in avanti la Lazio bisogna aspettare l’ora di gioco, quando Keita dà in profondità per Lulic ma il bosniaco spreca la chance del ko e scivola mentre conclude, Tatarusanu la para con facilità. Al 65′ a sorpresa la Fiorentina la riapre con il neoentrato Zarate: lancio per Tello, Lulic dorme e lo spagnolo mette in mezzo ma sbaglia, per sua fortuna Biglia tocca sui piedi di Zarate e l’ex di turno spara in rete a porta vuota. Cinque minuti e Bernardeschi, molto in fiducia, ci prova con un bolide rasoterra da trenta metri e impensierisce Marchetti, il portiere è sulla traiettoria ma la palla sfiora il palo. Sempre l’ex crotonese tenta il tiro da fuori al 71′ e stavolta la palla è in porta ma Marchetti con un bel riflesso manda in angolo, la Fiorentina è viva e i cambi danno più energia e dinamismo al suo gioco. La Lazio gioca in contropiede e a tredici dal termine sfiora il tris, la percussione di Kishna viene premiata dall’assist di Biglia ma il tiro dell’olandese, deviato da Sanchez, viene mandato in angolo da Tatarusanu attento sul primo palo. Caso da moviola all’82’: corner di Chiesa, Astori e Marchetti si ostacolano e il portiere esce male, Sanchez interviene e mette dentro. Durante l’esultanza Irrati, che prima convalida la rete, si consiglia col giudice di porta e annulla per un fallo di mano del colombiano, le immagini sembrano dargli ragione. La Lazio sigilla il match al 90′, quando Immobile parte in contropiede e da solo affronta la difesa viola, poi in area appoggia a Radu che di prima batte Tatarusanu e dà i tre punti ai suoi.

ANALISI – La Lazio si avvicina alla zona Champions League con una prestazione solida nel primo tempo e un po’ sonnecchiante nella ripresa. Da parte sua la Fiorentina paga ancora una volta un approccio indecoroso alla partita e il periodo di forma di giocatori come Ilicic o Tello, troppo spesso fatti passare per i fenomeni che non sono. Ne è venuta fuori una sfida godibile anche se non eccelsa, con la qualità della Lazio a fare la differenza negli ultimi metri. I viola recriminano per le assenze ma Sousa non riesce a dare un’anima ai suoi.

Lazio – Fiorentina: formazioni ufficiali

LAZIO (3-5-2) – Marchetti; Bastos, de Vrij, Radu; Felipe Anderson, Cataldi, Biglia, Milinkovic, Lulic; Immobile, Keita. In panchina: Strakosha, Vargic, Patric, Basta, Hoedt, Wallace, Lukaku, Murgia, Lombardi, Kishna, Luis Alberto, Rossi. Allenatore: Inzaghi.
FIORENTINA (4-2-3-1) – Tatarusanu; Tomovic, De Maio, Astori, Olivera; C. Sanchez, Vecino; Tello, Ilicic, Bernardeschi; Kalinic. In panchina. Dragowski, Lezzerini, Diks, Milic, Cristoforo, Maistro, Chiesa, Babacar, Perez, Zarate. Allenatore: Sousa.

Lazio – Fiorentina: probabili formazioni e pre-partita

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta, De Vrij, Wallace, Radu; Lulic, Biglia, Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Keita. All. Inzaghi
FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Olivera, Badelj, Vecino, Chiesa, Ilicic, Bernardeschi, Kalinic. All. Paulo Sousa

Lazio – Fiorentina: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 20 e 45 in diretta satellitare sulle frequenze di Sky Sport o in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium, oltre che in streaming su app iOS, Android e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet Sky Go e Premium Play.