Libertadores, il Libertad non vuole giocare: «Intraprenderemo azioni legali»

© foto Boca Juniors

Il Club Libertad ha protestato contro la decisione di far giocare il match di Copa Libertadores con il Boca Juniors

Il match di Copa Libertadores tra il Club Libertad e il Boca Juniors si giocherà nonostante i casi positivi al Covid-19 riscontrati nella squadra argentina. La società paraguiana ha messo un comunicato ufficiale in cui protesta contro questa decisione:

«Libertad esprime la sua totale indignazione, ripudio e assoluta preoccupazione per il trattamento differenziato e favorevole che viene concesso a queste persone a scapito della salute della popolazione paraguaiana. È altamente preoccupante che i responsabili della gestione dell’emergenza sanitaria in Paraguay modifichino le proprie regole a beneficio di persone o istituzioni che non hanno adempiuto agli obblighi assunti. Siamo profondamente dispiaciuti che la Conmebol ignori i propri protocolli sanitari, violando i principi fondamentali di convivenza  e della salute delle persone, che entreranno in contatto con i membri della delegazione del Boca, i quali arriveranno malati nel Paese malati di Covid-19 . Mettendo così in pericolo i calciatori del Libertad che, con tanto impegno, sono riusciti a non contagiarsi (salvo casi isolati), a dimostrazione che agendo responsabilmente si possono soddisfare le richieste. Il club Libertad comunica che nelle prossime ore intraprenderà le opportune azioni legali per tutelare la salute. Il rigoroso rispetto dei protocolli sanitari non è negoziabile e le regole sono chiare a tutti, nessuno escluso».