Lukaku risponde ai followers: «Esultanza nel derby? Vi spiego…»

Iscriviti
Lukaku
© foto www.imagephotoagency.it

Romelu Lukaku ha risposto brevemente su Twitter ad alcune domande fattegli dai propri followers: le parole del belga

Romelu Lukaku ha chiesto ai propri followers su Twitter di fargli delle domande su qualsiasi tematica. Ecco alcune risposte dell’attaccante dell’Inter.

OBIETTIVI PER LA STAGIONE – «In questo momento la prossima partita. Mi concentro solo sul presente».

ESULTANZA DOPO IL GOL AL DERBY – «Ero preso dall’adrenalina, ho detto tante cose».

FEELING CON LAUTARO – «La comunicazione è fondamentale! Abbiamo un ottimo feeling l’uno per l’altro, ma soprattutto lavoriamo per la squadra!».

PIZZA O CARBONARA – «Sto mangiando sano in questo momento, lol».

QUANTO ALZI DI PANCA PIANA – «Non alzo in panca piana da 12 anni! Avevo 15 anni quando l’ho fatto era un 100KG».

RIMPIANTI IN CARRIERA – «Uso il fallimento come motivazione».

RASHFORD – «Sta migliorando continuamente! Mi piace vederlo giocare, uno dei più talentuosi con cui ho giocato di sicuro».

IDOLO D’INFANZIA – «Drogba».

IDOLI IN NBA – «Lebron James sicuramente. Il modo in cui guida le sue squadre e il modo in cui ispira un’intera generazione è davvero impressionante».

DIFFERENZE TRA SERIE A E PREMIER – «Leghe e stili di gioco molto diversi mi ci è voluto un po ‘per adattarmi a questo».

DIFENSORE PIU FORTE INCONTRATO – «Kompany».

MIGLIOR MOMENTO ALL’INTER – «Finora è andato tutto bene. Mi mancano solo i tifosi negli stadi».

GOL PREFERITO CON L’INTER – «Quello segnato al Napoli l’anno scorso».

SOLSKJAER«Sta andando alla grande. Dovete sapere che lo amo come manager e come persona e non gli auguro altro che il meglio».

SENTIMENTI PER IL CHELSEA – «Nient’altro che amore. Mi hanno dato l’opportunità di arrivare in Premier League come un bambino. Non puoi avere tutto nella vita e io sono d’accordo. Sono contento che questa esperienza mi abbia portato dove sono oggi».

ALLENAMENTO – «Compagno più difficile contro cui giocare in allenamento? L’allenamento è in realtà una zona di guerra. Il nostro allenatore non gioca. Non gli piace quando ci tratteniamo ahaha. Lo adoro».

MIGLIOR GIOCATORE AL MOMENTO «Lewandowski, adoro la sua etica del lavoro e il suo modo di giocare! Un vero professionista».

QUANTO SPESSO TI ALLENI«Non vado tanto in palestra, forse due volte a settimana al massimo. Lavoro molto sulla velocità e sulla resistenza perché è importante nel nostro stile di gioco».