Mancini si candida: «Io ct? Un sogno, sarebbe un onore»

Iscriviti
mancini
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini si espone, e ai microfoni di Rai Sport svela il suo desiderio di diventare un giorno ct della Nazionale italiana

Domani spegnerà 53 candeline e chissà se Roberto Mancini esprimerà come desiderio quello di sedersi sulla panchina della Nazionale italiana il prossimo anno. Sicuramente non ha fatto fatica a trattenere la sua ambizione di diventare ct ai microfoni di Rai Sport«Allenare la Nazionale è il sogno di ogni allenatore, sarebbe un grande onore». Un nome quindi che i vertici della Figc dovranno considerare quando decideranno a chi affidare la panchina azzurra per risollevare l’Italia calcistica dal punto più basso della sua storia. Oltre all’attuale allenatore dello Zenit San Pietroburgo in lista come candidati ci sono: Di Biagio, Ancelotti, Guidolin e Capello. Al momento la scelta del nuovo ct rimane congelata, si aspetta prima di avere un presidente federale e solo dopo si saprà qual è il profilo adeguato per la panchina azzurra.

Rapporto particolare, tuttavia, quello di Mancini e l’azzurro della Nazionale. Prima Bearzot, poi Vicini e infine Sacchi hanno provato a fare del Mancio un giocatore disciplinato e perno dell’Italia; invece hanno finito tutti con il non convocarlo per motivi disciplinari. Mancini da giocatore non è riuscito a lasciare un’impronta nella storia dell’Italia, chissà se riuscirà a farlo da allenatore.