Roma e Zenit lavorano per Manolas, l’affare non è chiuso

manolas roma
© foto www.imagephotoagency.it

Nessun accordo tra la Roma e lo Zenit per la cessione di Kostas Manolas: il club russo non ha raggiunte le richieste dei giallorossi. L’affare comunque non è chiuso – 23 giugno, ore 7.15

L’affare Manolas è tutto fuorché chiuso. Il giocatore greco piace moltissimo allo Zenit, che gli farebbe raddoppiare lo stipendio, elemento da non sottovalutare. La Roma sarebbe scesa a trentacinque milioni di euro per la valutazione del giocatore ma lo Zenit non sarebbe andato più in là di venticinque milioni di euro più cinque di bonus, quindi trenta milioni in totale. Stando a La Gazzetta dello Sport c’è stato sì un rallentamento ma l’affare non è chiuso e nelle prossime ore ci saranno nuovi contatti. A meno che non intervenga il Chelsea, allora lì lo scenario potrebbe cambiare radicalmente.

Manolas, nessun rilancio dallo Zenit

L’operazione sembrava essere ormai andata in porto, invece la Roma non ha trovato l’accordo con lo Zenit per la cessione di Kostas Manolas. L’offerta dei russi, infatti, secondo quanto riportato da Sportitalia non è stata sufficiente a convincere Monchi e Baldissoni, intenzionati – così come fatto con Salah – a capitalizzare al massimo. La richiesta giallorossa è di 40 milioni di euro, mentre il club allenato da Roberto Mancini ne ha messi sul piatto 30 più bonus. L’operazione, però, non sembra essere chiusa definitivamente: probabilmente è tutto rimandato. Le parti con ogni probabilità continueranno a lavorare alla ricerca di una soluzione che possa accontentare tutte le parti in causa.