Milan, Allegri a Sky: «Se non facciamo gol…»

© foto www.imagephotoagency.it

MILAN ALLEGRI SKY SPORT– Pareggio esterno per il Milan in quel di Verona contro il Chievo di Giuseppe Sannino. Uno 0-0 quello rossonero che permette al Milan di muovere la classifica e al termine del match il tecnico Massimiliano Allegri, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: «Guardo a ciò che è stata la prestazione dei miei ragazzi, abbiamo concesso poco agli avversari a parte l’occasione di Thereau nel secondo tempo. E’ mancato l’ultimo passaggio, avevamo ancora la fatica di mercoledì: non siamo riusciti a fare il gol che ci mancava, ma è stata un’ottima prestazione. Oggi a questa squadra non potevo chiedere di più».

VINCERE – Gli viene chiesto circa la sua posizione: «Non posso rispondere, se la società riterrà opportuno che la squadra debba trovare un altro tecnico mi avvertiranno. La squadra ha fatto una buona gara, creando palle gol contro un avversario chiuso nella propria metà campo. Crisi di risultati? La cosa semplice sarebbe vincere una partita, non facciamo gol da due partite, anche oggi abbiamo creato diverse occasioni: con la sosta speriamo di recuperare qualche giocatore per poterci riprendere in classifica».

FARE GOL – Una settimana difficile, quella dei rossoneri, ma che non ha intaccato la prestazione in campo: «La questione societaria non influisce sul campo, noi siamo isolati: oggi abbiamo creato i presupposti per poter vincere questa gara al Bentegodi. Abbiamo avuto tante chance, ma quando non fai gol è difficile portare a casa una vittoria. Sicuramente avremmo potuto sfruttare passaggi migliori negli ultimi venti metri, ma non ci siamo riusciti».

GIOVANI – Infine: «Da quando sono su questa panchina diversi giovani hanno debuttato sotto la mia guida: oggi è stato il turno di Cristante, quando un ragazzo è bravo piano piano va inserito. C’è da lavorare e da aspettare, in un momento così non è facile nemmeno buttarli dentro in campo. La politica della società è quella di lavorare sui giovani, si vuole dare una filosofia anche al settore giovanile: è una cosa importante, quello che conta è migliorare la squadra nei singoli, ma un aspetto importante è vedere quanti giovani riescono a essere un innesto per la prima squadra».