Morata al Milan, annuncio possibile dopo la finale di Champions

morata
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan ha scelto di ripartire da Alvaro Morata: le ultime indiscrezioni sulla trattativa

Alvaro Morata è l’uomo scelto dalla proprietà cinese per battezzare il nuovo corso e rilanciare le ambizioni rossonere: il Milan punta tutto sul centravanti del Real Madrid per tornare tra i primissimi club della Serie A e riprendersi gradualmente quella postazione internazionale che gli spetta, complice i quattro piazzamenti Champions che dalla prossima stagione saranno riservati al campionato italiano. Anche nel corso di un’annata vissuta – rispetto alle alte aspettative – da comprimario, Alvaro Morata ha saputo ritagliarsi spazi importanti e centrare numeri di tutto rispetto: 20 reti stagionali nei 1871 minuti disputati, lo spagnolo ha viaggiato alla media di un gol ogni 94 minuti. Tradotto: una rete a partita, davvero poco male. Ma l’utilizzo riservatogli dal club in cui è cresciuto, il suo Real Madrid, non gli può bastare e non si addice alle sue ambizioni: in prossimità delle venticinque candeline sembra essere giunto il momento di cambiare definitivamente. E il Milan ha preceduto tutti: accordo raggiunto con il calciatore, si sfonderà il muro dei 40 milioni per convincere il Real Madrid a privarsi di uno dei suoi gioielli. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione, si profilerebbe l’annuncio già dopo la finale di Champions League che i Blancos disputeranno sabato prossimo contro la Juventus di Massimiliano Allegri: corsi e ricorsi storici per Alvaro Morata, che riparte da un club volenteroso di tornare ai suoi livelli e che per riuscirci punta tutto sul suo profilo. La prima donna del Milan, una tentazione che ha fatto vacillare il centravanti spagnolo. Il Milan ha sbaragliato la concorrenza, intenzionato a chiudere il 75% della sua campagna acquisti già entro fine giugno: i condizionali sono d’obbligo quando l’argomento principe è il calciomercato, ma non mancano gli elementi per considerare la trattativa in dirittura d’arrivo. E, nel caso, staremmo parlando di un grande colpo. Di un biglietto da visita oltremodo credibile.