Palermo, Balzaretti: “Servirà  un organico all’altezza”

© foto www.imagephotoagency.it

Federico Balzaretti, terzino sinistro del Palermo, e grande protagonista di questa ottima annata da parte dei rosanero, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del Giornale di Siciglia per tracciare un bilancio su quella che è stata la stagione appena conclusa con l’amarezza di aver mancato per un soffia la qualificazione alla prossima Champiosn League: “Questa stagione ci ha lasciato il gusto di inseguire fino all’ultimo un sogno. Un traguardo inimmaginabile a inizio stagione e dopo il cambio di allenatore. Siamo felici d’aver regalato qualcosa di storico, la qualificazione in Europa League e tanti record, battuti o eguagliati. Aver sfiorato il quarto posto ci ha comunque lasciato un pò d’amaro in bocca. Avevamo due match-ball, il primo vincendo in casa col Milan, ma la Samp l’ha annullato imponendosi a Roma, il secondo nello scontro diretto, finito pari. La stagione ad altissimi livelli ha comunque cementato il gruppo. La partita più importante è stata la vittoria al Barbera contro il Cagliari, nel giorno del mio compleanno. A fine primo tempo perdevamo e dagli spalti piovevano fischi. Nella ripresa abbiamo dimostrato di avere gli attribuiti, ribaltando il risultato. E la nostra stagione è girata. A livello individuale h sofferto per l’infortunio patito contro l’Udinese, uno stiramento con interessamento del tendine. Ho forzato e in parecchie gare ho convissuto col dolore. Ringrazio medici, preparatori e fisioterapisti che mi hanno rimesso in piedi. Mi sono ripreso e ho finito in crescendo negli ultimi mesi. Futuro? Servirà  un organico all’altezza, ma la società  ha sempre lavorato bene e spero che, con innesti, punti ancora sul gruppo storico. Ne mio ruolo Calderoni cresce bene”.