Palermo, l’agente parla dei talenti Prestia e Gerbo

© foto www.imagephotoagency.it

Ieri in Losanna-Palermo, i rosanero hanno avuto la possibilità  di far esordire diversi giovani talenti che potrebbero un giorno rientrare nel giro della prima squadra di Delio Rossi. Si tratta dei prodotti della Primavera del Palermo, Giuseppe Prestia e Gabriele Zerbo. Il loro agente, contattato in esclusiva da Mediagol.it, ha rilasciato alcune dichiarazioni per parlare della sfida di ieri sera, ma anche del loro prossimo futuro, svelando anche qualche retroscena di mercato.

Oltre alla gioia evidente per l’esordio, l’agente ha anche fatto dei paragoni illustri per far conoscere meglio i due giovani: “Prestia è un difensore con tanta personalità  e buona padronanza del proprio ruolo, oggi chi ha visto la partita probabilmente non pensava fosse un giovane perchè non è usuale che un calciatore che è quasi un classe 94, essendo nato a novembre del “?93, dimostri tanta sicurezza. Per la struttura fisica possente sembra Materazzi, ma nel suo gioco è più tranquillo e non irruente come l’interista”. In passato per Prestia ci sono stati interessi illustri, come spiega il procuratore: “E’ vero, prima di legarsi contrattualmente al Palermo, c’è stato questo approccio con il Chelsea, quando si è verificata questa opportunità  però, il ragazzo era piuttosto piccolo. Aveva 14 anni e a quell’età  non poteva trasferirsi da solo, si sarebbe dovuta spostare l’intera famiglia o comunque almeno uno dei due genitori. Tra l’altro Prestia in Inghilterra c’è comunque stato. Lo scorso anno, Giuseppe è stato al Tottenham per qualche settimana. Ha sostenuto un periodo di prova con il club inglese, con l’autorizzazione del Palermo che era informato della cosa. Poi però non se n’è fatto nulla, anche perchè la società  rosanero ha sempre creduto nel ragazzo che è anche stato nel giro della Nazionale di categoria, che ha perso per un piccolo infortunio e che mi auguro ritrovi presto, anche dopo una prestazione importante come quella di stasera che non sarà  passata inosservata agli addetti ai lavori“.

Si parla anche dell’altro talento, Gabriele Zerbo, attaccante entrato nella ripresa: “E’ uno che per talento, tecnica e creatività  ha caratteristiche assimilabili a Cassano e Balotelli, viene dai quartieri come loro ed è dotato di una tecnica notevole, ha grandi numeri nel suo bagaglio. Zerbo va aiutato a muoversi in campo, deve essere disciplinato tatticamente e a questo ci penserà  chiaramente lo staff tecnico del Palermo, ma possiede già  grandi colpi“.