Paratici a Casa con la Juve: «Dobbiamo stare tutti a casa, rispettiamo le regole»

Juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Paratici è protagonista insieme a Gregorio Paltrinieri del nuovo appuntamento “A Casa con la Juve”. Le parole del dirigente bianconero

Il direttore dell’area tecnica della Juve, Fabio Paratici, è il nuovo protagonista del format “A Casa con la Juve”. L’intervista sarà condotta da Enrico Zambruno e Claudio Zuliani. Queste le parole del dirigente bianconero.

LEGGI SU JUVENTUS NEWS 24 L’INTERVISTA INTEGRALE

EMERGENZA – «State tutti a casa, io vengo da una terra particolarmente colpita. La provincia di Piacenza viaggia ad una media di 30 deceduti al giorno. Dobbiamo riuscire a seguire, farlo ogni giorno di più».

VIAGGI – «Volevo ringraziarvi per avermi fatto sostituire Dybala tecnicamente, paragonandomi fisicamente a Paltrinieri. Aneddoto? Ho avuto la fortuna di viaggiare tanto, ho fatto 6 anni alla Sampdoria dove facevo il capo degli osservatori, ed ero sempre via. Mi ricordo un anno seguimmo un sudamericano sub 17 a Quito in Ecuador per incontrare la famiglia del calciatore. Loro mi diedero appuntamento alla stazione dei bus, uno dei posti più malfamati del mondo. Io mi ero vestito elegante per fare bella figura ma l’autista vedendomi anche con la valigetta, mi disse “Sei sicuro di scendere?”. La seconda è quando noi seguivamo già Vidal in un Argentina-Cile, la partita finì otto contro otto e arrestarono tutti i giocatori nel tunnel degli spogliatoi».