Piazza San Carlo, due ragazzi denunciati: «Una bravata»

piazza san carlo
© foto MP

Dopo la notte di panico col fuggi fuggi generale in piazza San Carlo a Torino che ha provocato centinaia di feriti, arrivano due denunce. Procurato allarme, ‘una bravata’ secondo la Procura. Vagliate le immagini dalla piazza – 5 giugno, ore 7.05

Al momento ancora non si procede con il reato di procurato allarme, lo ha chiarito il procuratore capo Armando Spataro, ma comunque le indagini coordinate dal pm Antonio Ribaudo si stringono attorno al già citato gruppetto di ragazzi che avrebbe messo in atto una bravata agghiacciante. Arrivano dunque conferme sull’allarme kamikaze, rivelatosi poi falso: hanno destato sospetto le immagini di un ragazzo a torso nudo con indosso uno zainetto che sembra spaventare la folla poco dopo il terzo gol del Real Madrid. Attorno a lui si crea il vuoto e gli rimangono vicini solo due ragazzi. Come scrive La Gazzetta dello Sport non è da escludere che i giovani interrogati nel pomeriggio di ieri siano quelli del filmato. Intanto è polemica sui molti vetri delle bottiglie che hanno ferito le persone in fuga, secondo molti andavano vendute solo bevande in contenitori di plastica. C’è chi punta il dito sui controlli inesistenti e sulle scarse vie di fuga, chi sulla scarna presenza di forze dell’ordine. Si preannunciano grosse polemiche anche in campo politico.

Piazza San Carlo, due ragazzi denunciati. Dalla Procura: «Una bravata»

Una notte di panico con oltre 1500 feriti probabilmente causata da una bravata. Piazza San Carlo a Torino, nella serata di ieri gremita di tifosi che assistevano alla finale di Champions League, si è trasformata in un fuggi fuggi generale causata probabilmente da una bravata. La Procura torinese ha aperto un’inchiesta formulando l’ipotesi di reato di procurato allarme e la Digos ha cercato un ragazzo a petto nudo che, un attimo prima che si creasse la fuga generalizzata, posava in un gesto apparentemente da kamikaze, a braccia aperte, davanti al ristorante ‘Caval ‘d Brons’; due ragazzi sono stati denunciati e secondo prime indiscrezioni avrebbero ammesso la bravata. Ad ora, secondo i dati della Prefettura, si contano 1527 feriti. Tra i tre più più gravi, un bambino cinese di 7 anni rimasto schiacciato nella calca.